San Benedetto del Tronto, lì 21.03.2003

La “coerenza” di Piunti!

Nell’ottobre 2001 inviammo una lettere aperta al sindaco Martinelli, al vice sindaco Piunti e all’Amministrazione Comunale tutta, nella quale chiedevano conto agli attuali amministratori sambenedettesi sull’inquinamento elettromagnetico prodotto dai tralicci e dall’elettrodotto di via Bianchi e dalla sottostazione elettrica delle Ferrovie dello Stato di via Piemonte, evidenziando, tra le altre cose, il rischio a cui venivano sottoposti i bambini frequentanti la scuola elementare Bice Piacentini, con la spada di Damocle dell’elettrodotto sulle teste e la sottostazione a 20 metri, e logicamente dei cittadini (migliaia) che abitano nei pressi di queste minacce elettromagnetiche.

Logicamente la nostra rimase lettera morta e di conseguenza intervenimmo ad un convegno sulla minaccia delle onde elettromagnetiche svoltosi nell’aula consiliare del Comune. In quell’occasione il vice sindaco Piunti, davanti a tutte le personalità e i cittadini presenti, prese un preciso impegno, affermando che questa amministrazione avrebbe provveduto durante il suo mandato allo spostamento della sottostazione e, di conseguenza dell’intero elettrodotto, dal cuore della città in zona periferica.

Ora noi pensavamo che la promessa del vice sindaco Piunti, a nome della sua amministrazione, non sarebbe potuta venire meno, in quanto ricordavamo chiaramente che dai banchi dell’opposizione, il politico lanciava costanti strali verso l’allora amministrazione proprio su tale problematica ed addirittura in più di una occasione aveva “tuonato” contro l’elettrodotto anche dalle pagine dei giornali (soprattutto da quelle di un periodico distribuito “porta a porta” per il quale, da quando questa giunta si è insediata, sembra che il problema, che pure prima stava tanto a cuore, non esista più).

Ora, vedendo l’attualità politica e civile della nostra città, con vari piani regolatori (proiettati da qui al 2005), piani idea e chi più ne ha più ne metta, all’ordine del giorno nei Consigli, nei vertici della coalizione politica e dei vari partiti di maggioranza, eravamo certi che avremmo sicuramente trovato e letto dei fondi e delle iniziative prese dalla CDL per effettuare l’intervento risanatore che eliminasse il problema di questo gravissimo inquinamento elettromagnetico.

Ed invece: NULLA! Neppure un soldo destinato a tale operazione, non di facciata ma doverosa per chi amministra una città e deve avere al primo posto la salute del cittadino, neppure una minima menzione, uno straccio di progetto mentre, ahinoi, ne abbiamo visti tanti quantomeno inutili se non dannosi!

Ci sentiamo quindi in dovere, in obbligo, di fare i complimenti alla Giunta intera, ma soprattutto è a Piunti che ci rivolgiamo: complimenti per la sua coerenza!

P.S. speriamo che questi signori ci smentiscano con i fatti, ne saremmo veramente contenti.

Gino Arzani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)