Una giornata storta ci può stare…peccato che sia capitata dopo una lunga rincorsa verso la vetta, a poche miglia dal traguardo! La Tecno Riviera delle Palme contro i cugini dell’Acli non è mai scesa in campo ed ha rimediato un sonoro 5-2, che non può essere soggetto ad alcuna recriminazione. In quel di Ascoli, i rivieraschi sono apparsi appesantiti, stanchi, senza mordente, al contrario dei padroni di casa!
Eppure, ad inizio gara i sambenedettesi erano passati in vantaggio con il capitano Grossi Arcangelo. Vantaggio tuttavia che durava poco e veniva ribaltato con troppa facilità. Ci pensava Palladini ad impattare, ma verso lo scadere della prima frazione di gioco l’Acli si riportava in vantaggio, causa una delle tante disattenzioni difensive della serata. Nella ripresa i sambenedettesi cercavano in tutti i modi di ribaltare il risultato…ma si capiva che non era giornata anche dalla scarsa vena realizzativa dei bomber rosso-blu. Ed anzi…in contropiede subivano le altre due reti di un Acli ben messo in campo da mister Giordani.
Insomma, a meno di clamorosi passi falsi della capolista, ormai il primo posto sembra irraggiungibile. Compito fondamentale della dirigenza e dello staff tecnico sarà quello di far sì che la concentrazione non si abbassi di colpo per difendere comunque un secondo posto in classifica che può portare benefici in chiave play-off. Sempre in ottica play-off sarà importante recuperare nelle restanti quattro gare gli infortunati, chi non ha giocato molto per vari motivi, facendo tirare il fiato a chi finora ha dato molto per compiere la fantastica cavalcata di ben 17 risultati utili positivi (quasi tutte vittorie): che abbia portato male tale numero? Chissà…
La Tecno venerdì prossimo (28 marzo, ore 21,30 – palasport Speca) sarà impegnata contro il San Severino, in serie positiva da diverse gare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)