Incontro clou della 28a di campionato è lo scontro al vertice tra Pescara ed Avellino.
Il Pescara ha l’occasione di ritornare alla vittoria davanti al proprio pubblico dopo la deludente prova di domenica scorsa a Lanciano. Iaconi in settimana ha strigliato i suoi e si attende una prova d’orgoglio. Dovrà fare i conti con i molti infortunati. Con molta probabilità riuscirà a recuperare Palladini e Sbrizzo, mentre Di Fabio difficilmente potrà recuperare.
Al suo posto Marziano o Minopoli. Anche Giampaolo è in forse. Dall’altra sponda invece l’Avellino si presenterà all’Adriatico in formazione tipo. Si preannuncia una gran bella partita con i padroni di casa leggermente favoriti, anche se non sarà facile “sfondare” la migliore difesa dei campionati di C1. Previso l’arrivo di oltre tremila tifosi dall’Irpinia per incitare i biancoverdi.
Il Teramo guarda con attenzione a questa sfida. Se riuscirà a battere la Torres, potrebbe salire in vetta alla classifica nel caso in cui l’incontro di Pescara finisse in pareggio. Zecchini in settimana ha chiesto ai suoi la massima concentrazione per affrontare la Torres. Grande euforia in città sia per la vittoria nel derby di domenica scorsa, ma anche per il fatto che con una vittoria il Teramo potrebbe balzare in testa alla classifica. Formazione tipo per i biancorossi abruzzesi, mentre la Torres dovrà fare a meno di De Angelis appiedato dal giudice sportivo.
L’altra seconda, il Martina, gioca tra le mura amiche contro il Benevento. Inutile dire che per gli uomini di Patania la vittoria è d’obbligo per continuare a sognare , ma è anche vero che il Benevento ormai fuori dalla zona play-off può giocare senza nessun assillo e come si sa è la condizione migliore per rendere al massimo.
Favoriti comunque i pugliesi.
Il Crotone, a soli tre punti dalla Samb e quindi dalla zona play-off ospita il Lanciano. Il rientro di Auteri sulla panchina del Crotone ha portato subito i tre punti e nuove speranze di classifica. Un ulteriore vittoria darebbe ancora più stimoli alla squadra ed alla tifoseria. La squadra Calabrese ha uomini molto esperti come Valoti, Artistico, Campolonghi che sono in grado di essere determinanti nel finale del torneo. Il Lanciano è reduce da buone prestazioni e con una partita ancora da recuperare in casa e non perdendo a Crotone potrebbe ambire a rientrare nella zona play – off. Non ci dimentichiamo che questa squadra era partita con molte ambizioni ed ora sta recuperando bene. In coda il Paternò ospita la Vis Pesaro, per un incontro che è un vero e proprio spareggio. Altro scontro diretto quello tra Fermana e Viterbese. I marchigiani devono assolutamente vincere per respirare un’aria migliore ed allontanarsi momentaneamente dalla zona play- out. Taranto-Giulianova e L’Aquila-Sora sono gli altri incontri della 28a di campionato. Ma veniamo alla Samb. Domenica arriva al Riviera il Chieti reduce da una pesante sconfitta casalinga con la Viterbese. Difficile da decifrare la squadra teatina che è stata capace di mettere in ginocchio il Pescara e poi naufragare in casa. In settimana il presidente Buccilli ha incontrato la squadra più di una volta, ha parlato al tecnico Braglia e sopratutto ai giocatori, chiedendo loro di evitare in futuro altre prestazioni opache. Ci dobbiamo aspettare un Chieti combattivo che non sarà facile da battere, anche perchè fuori dalle mura amiche ha conquistato 14 punti su 29. La Samb non vince dal 26 Gennaio quando sconfisse la Viterbese al Riviera. Molti episodi sfortunati hanno fatto si che i punti conquistati fossero troppo pochi. E’ ora che qualcosa cambi. Forse stiamo pagando un girone d’andata alla grande, probabilmente stiamo pagando l’inesperienza del nostro allenatore, bravo ma ….giovane. Urge una vittoria per scacciare la crisi. Urge una vittoria per allontanare lo spettro chiamato Crotone. Quello che qualche domenica addietro veniva indicato come un calendario facile, sembra più difficile che mai.
La Samb, se vuole rimanere nella zona play-off deve assolutamente superare quota 60 punti e conquistare 15 punti nelle rimanenti 7 partite di cui 3 in casa e 4 fuori dalle mura amiche.
L’impresa è alla portata della compagine guidata da Colantuono e Matricciani e bisogna cominciare da domenica prossima.
ga

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 90 volte, 1 oggi)