In vista della prossima stagione estiva, si ripropone,agli occhi dell’amministrazione comunale cittadina, l’ormai annoso problema dell’erosione delle spiaggia.
La questione è stato affrontata ieri in un incontro tra l’assessore al turismo Gabrielli ed il presidente della Confcommercio Fiori.

Priorità, per il rappresentante comunale, è risultata essere quella di salvaguardare l’ormai prossima stagione turistica,attraverso l’utilizzo di misure temporanee (come il prelevamento di sabbia da zone come quella dell’ex camping, in cui quest’ultima è ancora presente in abbondanza).

In seguito, si potrà procedere, all’adozione di misure più durature, e che possano risolvere la questione alla radice, come il consolidamento delle già presenti barriere di massi, o la creazione di nuovi ed ulteriori frangiflutti.

Era stata anche presa in considerazione l’ipotesi di prelevare sabbia dalla vicina spiaggia di Porto San Giorgio, ma considerati i probabili ingorghi di traffico che si verrebbero a creare sulla Statale Adriatica, ed il conseguente aumento dell’inquinamento, si è preferito

tentare strade alternative per ovviare a questa complicata situazione.

Dopo le proteste dei proprietari di stabilimenti balneari della passata estate quindi, il comune cerca di risolvere il tutto con debito anticipo, sperando così, sia di accontentare i proprietari delle concessioni,che di soddisfare le esigenze dei numerosi turisti che ogni anno affollano il litorale della Riviera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)