Pesante il referto dell’arbitro Giannoccaro al termine di
Vis Pesaro-Samb. Se la squalifica per una giornata di
Manni era attesa a causa del cumulo di ammonizioni,
le due giornate comminate a Franchi risultano pesanti.
Il giocatore si è reso responsabile di un “atto di
violenza verso un avversario al termine della gara, al
rientro negli spogliatoi”. Una grave ingenuità per uno
dei giocatori più esperti della squadra.

L’assenza di Manni e Franchi obbligherà la Samb a
reinventare il pacchetto difensivo. Se Franchi trova il
suo sostituto naturale in Taccucci, l’assenza di Manni
origina diverse alternative: una soluzione naturale
potrebbe essere di inserire De Amicis in difesa e
sfruttare Corradi a centrocampo (l’ex crotonese, a
dispetto dei critici, è sembrato in ottima forma nel
secondo tempo); altrimenti tornano in ballo
Quondamatteo e Pirone, che però non giocano una
partita da titolari da tempo immemore.

La Samb ha subito anche una multa di 1250 euro per
lancio di fumogeni e petardi, di cui uno, di notevole
potenza, esploso vicino all’assistente di gara
causandogli un disturbo auricolare. Inoltre la Samb è
chiamata all’obbligo di risarcire i danni causati dai
propri sostenitori che hanno dato fuoco ad alcuni
striscioni pubblicitari.

Oggi la Samb ha ripreso ad allenarsi. Brevissima
sgambastura per i titolari al Riviera delle Palme,
mentre gli altri si sono allenati nel campo dello
sponsor SEBA. Inutile dire che dai discorsi dei tifosi
presenti agli allenamenti trapela preoccupazione per
l’attuale momento della Samb e la consapevolezza che,
domenica prossima, la Samb si giochi gran parte di
quanto conquistato fino ad ora.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)