Il Comune, infatti, dopo che il POOL non aveva pagato le tariffe in base alla convenzione sottoscritta all’inizio della stagione, aveva richiesto un decreto ingiuntivo per il recupero delle somme. A questa richiesta il POOL si era opposto. Nell’ordinanza, il giudice dr. Pier Giorgio Palestini scrive che “in ordine al credito vantato dalla parte richiedente (il Comune, n.d.r.), valutate le contrapposte prospettazioni difensive, gli elementi probatori acquisiti ed in considerazione delle ragioni esposte dalla parte debitrice, del difetto di idonea prova scritta della opposizione, della complessità probatoria della causa, ricorrono i presupposti per la concessione della esecuzione provvisoria del decreto ingiuntivo opposto”. Il pronunciamento addebita alla società sportiva anche le spese di giudizio e di registrazione dell’ordinanza e fissa la prossima udienza all’11 luglio 2003.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 114 volte, 1 oggi)