E’ l’incredibile disavventura capitata a una famiglia di
Monteprandone finita nel mirino di un ladro romeno.

L’uomo, D.C., 25 anni, clandestino senza fissa dimora,
l’altra notte ha raggiunto Monteprandone dove ha
forzato il portone d’ingresso di un’abitazione per
rubare.

Erano all’incirca le tre di notte e il romeno si aggirava
per il soggiorno dell’appartamento mentre nella
camera da letto i proprietari dormivano tranquillamente,
ignari di quello che stava accadendo.

A svegliarli sono stati i carabinieri che da un po’
seguivano le mosse del romeno e che quando l’hanno
visto aggirarsi per l’abitazione, hanno fatto irruzione,
acceso le luci e fermato. Solo allora la famiglia, che
dormiva beatamente, si è svegliata e si è trovata
davanti i carabinieri e il ladro ammanettato nel
soggiorno di casa.

Il romeno è stato arrestato con l’accusa di tentato furto
aggravato. I carabinieri stanno svolgendo ulteriori
indagini sul suo conto in relazione a tre arresti effettuati
la settimana scorsa.

In quell’occasione erano stati arrestati altri tre romeni,
in regola con i permessi di soggiorno, e residenti ad
Acquaviva. Anche loro sono stati fermati mentre
cercavano di introdursi in un’abitazione a
Monteprandone e per questo i carabinieri vogliono
verificare se ci siano dei legami con l’ultimo uomo
fermato.

L’indagine si inserisce negli accertamenti che i
carabinieri stanno svolgendo nelle ultime settimane su
una serie di furti in appartamento messi a segno
proprio nella zona di Monteprandone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)