L’assessore provinciale Mauro Riccioni ha sottolineato come grazie alle tecniche avanzate che la medicina ed il mondo scientifico stanno scoprendo oggi gli anziani possano arrivare ad un età elevate vivendo una vecchiaia serena. Alle scoperte mediche però va affiancato uno stile di vita rigoroso e tranquillo; per questo occorre fare sempre un’attività fisica che consenta agli anziani di muoversi scaricando così le loro tensioni e alleviando nel contempo i piccoli acciacchi che possono derivare dall’età avanzata. Gli assessori comunali di Macerata, Michele Lattanzi e Massimiliano Bianchini, hanno messo in evidenza come nel 2002, grazie alla collaborazione intrapresa con la UISP, il Comune abbia potuto finanziare alcune iniziative dedicate agli anziani, quali: vacanze nel periodo estivo, attività di assistenza domiciliare, alcune manifestazioni organizzate in circoli per anziani e cure termali. Quindi la parola è passata ai medici. Giorgio Mancini (primario di geriatria) e Gianni Genga (dirigente sanitario) della Asl di Macerata hanno sottolineato che l’anziano già dopo i 55/60 anni è bisognoso di cure quindi occorre sempre fargli trovare strutture funzionanti ed efficienti. Il dottor Mancini ha anche sottolineato che l’attività fisica è molto importante per gli anziani perché previene i dolori dell’artrosi, le malattie cardiovascolari e, soprattutto il diabete. Se invece queste malattie risultano già presenti, l’attività fisico motoria può contribuire in modo determinante ad attenuarne gli effetti. Anche Bruna Guarino ha sottolineato come gli anziani che non fanno attività fisica o non hanno passatempi cui dedicarsi spesso cadano in depressione. Per la Guarino, che ha denunciato la scarsa sensibilità delle istituzioni politiche in passato nei confronti dei problemi degli anziani, il convegno di Macerata ha rappresentato una sorta di disgelo tra l’UISP e le istituzioni pubbliche. Sono intervenuti in chiusura del convegno Tobia De Felice e Gianni Bisio, rispettivamente presidenti del comitato provinciale e regionale dell’Uisp, i quali, ringraziando la Provincia ed i rappresentanti del Comune di Macerata per la sensibilità dimostrata, hanno annunciato l’ organizzazione di un nuovo convegno sullo stesso tema con il coinvolgimento dei vari comuni del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)