Il Martina è capolista non per caso. Dopo aver pagato lo
scotto della neo-promossa con quattro sconfitte nelle
prime dieci partite (la Samb, dal canto suo, perse tre
delle prime nove gare), gli uomini di mister Patania
(che dichiara di volere due vittorie contro Samb e il
prossimo avversario Teramo) hanno inanellato una
serie incredibile di risultati positivi, con nove vittorie e
due pareggi, interrotti soltanto dalla pesante sconfitta di
Pescara (3-0). I pugliesi sono comunque rimasti
sempre in zona play-off e a partire dalla prima del
girone di ritorno sono anche in testa alla classifica,
anche se nelle ultime due giornate in coabitazione con
il Pescara.

Il Martina affronterà la Samb sicuramente con
l’obiettivo della vittoria, dato che i play-off sono
virtualmente acquisiti (+11 sul Crotone), e che quindi
Prisciandaro e compagni cercheranno di raggiungere
lo storico risultato, mai avvenuto in precedenza, di
portare il Martina in Serie B. Questo atteggiamento non
dovrebbe danneggiare la Samb, che anzi, se ritroverà
lo smalto di un mesetto fa, si dovrebbe trovare a suo
agio contro una squadra proiettata all’offensiva.

«Sarà una partita importante ma non fondamentale»,
dice Max Fanesi, «loro sono la capolista e noi in zona
play-off, e quindi si tratta di un importante scontro
diretto. Noi veniamo da un mese poco brillante e ce la
metteremo tutta per riscattarci: sarà sicuramente una
battaglia». Fanesi non crede troppo alle statistiche che
dicono che il Martina va forte in casa, così come la
Samb migliora il suo rendimento in trasferta. «Le
partite sono ognuna a sé stante, e le statistiche sono
fatte per essere disattese. Il nostro obiettivo è quello di
far bene a Martina Franca, poi, a fine gara, saremo
sicuramente interessati al risultato di Crotone-Pescara,
che comunque non influenzerà la nostra prestazione.
Credo che Crotone-Pescara come Martina-Samb,
essendo uno scontro diretto, è aperto a qualsiasi
risultato».

La Samb con una vittoria potrebbe coltivare qualche
speranza di primo posto, mentre una sconfitta
sancirebbe il primo verdetto stagionale, ovvero
l’addio alle ambizioni di primato. Se si
pareggia, bisognerà guardare il risultato di Crotone e
leggere attentamente la nuova classifica.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 222 volte, 1 oggi)