La Regione Marche avvia la selezione dei nuovi maestri di sci. Per essere ammessi al corso è necessario superare un test su pista, che si svolgerà a Sarnano (MC) dal 10 al 12 marzo.
Su proposta dell’assessore allo Sport, Lidio Rocchi, la Giunta regionale ha approvato il calendario delle prove e nominato la sottocommissione tecnica che dovrà valutare gli aspiranti maestri.
Il corso di formazione è curato dalla Scuola regionale di Ascoli Piceno, sezione staccata di Amandola. Rilascia un attestato professionale a validità nazionale.
Si svolge ogni tre anni ed è riservato a un massimo di 25 allievi.
Da tutta Italia sono pervenute 276 domande di iscrizione. Un numero elevato che richiede l’effettuazione di una prova selettiva per la scelta dei candidati idonei a frequentare le lezioni, dopo un corso propedeutico di cinque giornate.
Secondo il Collegio regionale dei maestri di sci, le prove da sostenere, a Sarnano, sono particolarmente selettive. Prevedono alcune “discese? in grado di valutare l’idoneità tecnica dei candidati: slalom gigante cronometrato, sequenza di curve supercondotte ad ampio raggio e ad arco breve, prova libera.
Il corso di formazione verrà attivato solo se ci saranno almeno 8 candidati idonei.
Se il numero degli idonei risulterà inferiore a 25, non si effettuerà il corso propedeutico e gli allievi saranno ammessi direttamente al corso professionale. Se, invece, la prova pratica sarà superata da un massimo di 40 sciatori, si svolgerà il corso propedeutico per individuare gli allievi da ammettere al corso professionale.
La sottocommissione per le selezioni preliminari di marzo è composta da istruttori nazionali e maestri di sci, coordinati dal dirigente regionale del servizio Sport e dai responsabili della Scuola di formazione professionale di Amandola. (r.p.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)