Queste parole, pronunciate dall’assessore Stefano Nico, presente all’inaugurazione del nuovo distaccamento d’Acquaviva Picena in rappresentanza dell’amministrazione comunale di San Benedetto, sono state seguite da un grandissimo applauso da parte dei numerosi volontari presenti.
Un impegno peraltro già ventilato da parte dell’amministrazione quello della nuova sede, ma che tutti, a cominciare dal presidente Andrea Isacco, aspettavano in forma ufficiale. Sono stati accontentati dalle parole dell’assessore che ha ricordato anche l’impegno dell’onorevole Gianluigi Scaltritti, presente all’inaugurazione, per la realizzazione di questo sogno. Anche Scaltritti pochi minuti prima aveva ricordato “l’impegno dei politici nel premiare il volontariato, impegnandosi per la realizzazione di una nuova sede, più dignitosa di quella attuale”. Un altro sogno che si è avverato è quello del distaccamento di Acquaviva.
“Nato quasi per gioco, con due-tre pazzi ed un vulcano come l’assessore ai servizi sociali Annarita Bartolomei” ha affermato il presidente Isacco. “Un avvenimento importante e da ricordare nel paese” ha dichiarato il primo cittadino Tarcisio Infriccioli che ha tagliato il nastro (accompagnato dal suono delle sirene di numerose ambulanze) della sede che ospiterà, oltre la Croce Verde, l’Asl e la Protezione Civile. A benedire i locali, il parroco della chiesa San Nicolò, Don Angelo Palmioli, che al termine della Messa aveva invitato i presenti ad applaudire ed augurare il buon lavoro ai volontari, ricordando l’importanza di queste figure, fortunatamente sempre più presenti”. Da parte dell’assessore Bartolomei un ricordo di Viviana Campanelli, “sempre disponibile, aveva un gesto affettuoso per tutti” cui la sede è stata intitolata, anche grazie al contributo alla realizzazione della struttura da parte della famiglia, rappresentata dal figlio Traiano, anche lui coinvolto nel volontariato, nell’ambito dell’assistenza ai malati terminali, con la neonata associazione Artis.
Dopo l’inaugurazione la consegna di attestati ai rappresentanti della Croce Verde dei paesi intervenuti, tra cui Iesi, Porto Sant’Elpidio, Montefiore, Val d’Aso, alla Croce Rossa, e tra gli altri al responsabile provinciale Anpas.
Stefania Mezzina

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 119 volte, 1 oggi)