Continua con successo il “ 1° Corso di Educazione Sanitaria per la Popolazione?, organizzato dal Comitato di Quartiere Ischia I°. Sabato 22 febbraio, sempre presso il salone parrocchiale della Chiesa “Gran Madre di Dio? si svolgerà l’importante incontro: “Cause, prevenzione e diagnosi precoce dei principali tumori? con il prof. Amedeo Pancotti dir. Oncologia dell’Ospedale S.Omero di Teramo. Lo scopo di questi appuntamenti è dare un’informazione di medicina di base, in grado di incrementare il livello di guardia e la prevenzione di malattie la cui diffusione e frequenza sono in aumento. Nella seconda parte si parlerà dell’inquinamento elettromagnetico con l’ing. Raffaele De Blasio, autore di uno studio sulle sorgenti di campi elettromagnetici. Oggi esistono posizioni contrastanti: c’è chi sostiene che le onde elettromagnetiche fanno male, altri che smentiscono. Ancora oggi non si conoscono gli effetti nocivi per la salute per quanti sono esposti ai fenomeni che sono quelli cancerogeni e quelli termici, in cui esiste l’innalzamento della temperatura corporea e possibile morte delle cellule, in particolare di retina, cornee e testicoli. In Italia la legge 36/01 è quella che tutela la popolazione e l’art. 174 indica i principi di precauzione anche per la tutela dell’ambiente, in ogni modo a livello regionale la (legge 25) stabilisce che ogni Comune ha la libertà di emanare un regolamento interno, cercando di far stare i cittadini il più possibile distante dai siti. Intanto, Roma ha messo in funzione due centraline per il monitoraggio dei campi elettromagnetici (installate dai tecnici ARPA). Naturalmente, le due centraline sono state installate vicino a due scuole, visto che i bambini risultano essere i più indifesi. In tutte le città sono nati dei comitati o delle associazione per la difesa di onde elettromagnetiche, tranne a Grottammare, forse i cittadini sono sordi? O pagano il dazio! D’altronde i cittadini hanno il diritto di essere tutelati, per quanto riguarda la salute. I concessionari di telefonia mobile cercano di soddisfare le continue esigenze di una sempre maggiore richiesta di linee, infatti, l’Italia risulta essere al primo posto in Europa, nove persone su dieci hanno il cellulare e la società Alenia Spazio, su commessa della Commissione Europea, sta equipaggiando alcuni treni con antenne e terminali in grado di gestire i programmi delle televisioni satellitari e l’accesso al Web. Il servizio sarà inaugurato a luglio del 2003. Questa corsa tecnologica su tutti i settori delle comunicazioni è senza freni e senza un traguardo.
marco mozzoni

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)