Caro direttore,
mi sembra che tra le palme ci sia un pò troppa agitazione. Ora concordo con Pierpaolo Flammini quando scrive che Luciano Gaucci potrebbe farsi vedere ogni tanto. Tra l’altro a San Benedetto ha sempre ricevuto bagni di folla e lui queste cose le gradisce molto. Effettivamente questa sua riluttanza a mostrarsi è difficile da capire. Però contestare la società mi sembra assurdo. Premetto che non riesco a leggere tutto quanto si scrive sulla Samb (non mi pare che Sambenedettoggi abbia assunto una posizione critica), però mi dicono che c’è un pò di malcontento dopo il mercato di gennaio. A me sembra che si stia
perdendo il senso della misura. Questa società, pur commettendo qualche errore (non molti, per la verità) ha ottenuto due promozioni consecutive ed è in corsa per la serie B. Inimmaginabile fino a tre anni fa. La società viene amministrata con oculatezza, a livello tecnico e finanziario, nel solco tracciato al Perugia.
La stessa cosa non si può dire del Catania. Ma
questi sono problemi di Riccardo Gaucci. Non mi sembra sia il caso di scandalizzarsi se a gennaio, a parte Criniti, non sono arrivati altri rinforzi. A parte che Criniti negli ultimi due mesi potrebbe essere decisivo, io sono convinto che Ambrosi sarebbe arrivato se non avesse segnato una doppietta la domenica prima di chiudere la trattativa. Che i Gaucci non abbiano interesse ad andare in B è una balla colossale. Conosco bene i conti del calcio per aver fatto diverse inchieste. E allora ti dico che si può gestire una società come la Samb in B, fare un buon campionato, e chiudere il bilancio in pareggio, se non addirittura in attivo. In C è inevitabile rimettere almeno un paio di miliardi delle vecchie lire, come minimo.
Per quanto riguarda Colantuono, non entro nel merito delle singole critiche.
Sarebbe presuntuoso, avendo visto in questo campionato soltanto le partite di Chieti e Pescara. Siccome nessuno è perfetto, sicuramente qualche errore lo avrà commesso. Mi permetto soltanto di sottolineare come questo sia un allenatore che la Samb si deve tenere stretto. Gli mancherà un pò di
esperienza, ma ha qualità notevoli. Uno così in C è sprecato.
Per chiudere sono convinto che la Samb abbia tutte le qualità necessarie: società, staff tecnico, squadra, pubblico e stampa per puntare in alto.
Perciò calma e avanti con entusiasmo.
Maurizio Compagnoni

Grazie Maurizio per il tuo misurato e saggio intervento. La città e i tifosi in particolare ne trarrano sicuramente profitto anche perchè il tuo intervento esplicita molto bene le sensazioni attuali di una stampa locale ora compatta e convinta che bisogna stringersi intorno a questa squadra in un periodo più sfortunato che negativo.
NAZZARENO PEROTTI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 116 volte, 1 oggi)