Da oggi stop a frutta e verdura “clandestina?: tutti i prodotti ortofrutticoli posti in vendita nella nostra regione dovranno obbligatoriamente riportare le dovute informazioni su prezzo, provenienza, varietà e qualità della merce. E’ quanto prevede il decreto legislativo 306/02, che punisce chi non rispetta le direttive dell’Unione Europea sulla qualità e commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli freschi.
“Un provvedimento che va nella direzione della trasparenza e della sicurezza per i consumatori – è il commento del Presidente della Coldiretti Marche, Giannalberto Luzi -, poiché solo una corretta informazione impedisce di portarsi a casa frutta e verdura proveniente da chissà dove e spacciata per italiana?.
Ora, i cartellini dovranno obbligatoriamente riportare prezzo, provenienza, varietà e qualità. E chi trasgredisce dovrà sborsare multe tra 260 e 15.500 euro.
“Certo, l’entrata in vigore del decreto è un passo importante, al quale ne devono seguire però altri – commenta ancora Luzi -. Penso, in particolare, all’indicazione obbligatoria dell’origine delle materia per tutti i prodotti: solo così si potrà difendere efficacemente il ‘made in Marche’ da imitazioni e trappole per i consumatori?. Tale obiettivo che deve, però, vedere il coinvolgimento della Regione. “Una Regione che deve capire l’importanza di fornire delle reali garanzie ai cittadini-consumatori – continua il Presidente Coldiretti -, facendo tutti i passi necessari perché dalle semplici dichiarazioni d’intenti si passi ai fatti. Con l’origine obbligatoria della materia prima, ma anche attraverso l’istituzione di un Osservatorio prezzi capace di monitorare tutti il sistema Marche?.
Oltre a ciò, perché non riportare nei cartellini il prezzo pagato ai produttori per frutta e verdura, accanto a quello al dettaglio?
“Un modo per verificare immediatamente quanto il prodotto è aumentato nel passaggio dal campo al banco di vendita e se il rincaro si è mantenuto su livelli accettabili o meno?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)