89-90 A. ADRIATICA Promoz.
90-91 GIULIANOVA C2 20 0
91-92 GIULIANOVA C2 36 0
92-93 SAMB C1 16 0
93-94 SAMB C1 26 0
94-95 TRAPANI C1 31 1
95-96 TRAPANI C1 26 0
96-97 A. CATANIA C1 7 0
Ott.96 AVELLINO C1 14 0
97-98 ACIREALE C1 22 0
98-99 ACIREALE C1 32 1
99-00 F. ANDRIA C1 15 0
Genn.00 FASANO C2 7 0
00-01 SAMB D 27 0
01-02 SAMB C2 29 1
02-03 SAMB C1 7 0
Pasqualino Di Serafino ha realizzato solo tre gol: la clamorosa traversa di domenica scorsa gli ha negato la quarta marcatura. E’ una caratteristica della Samb di quest’anno sbagliare gol a porta vuota che sono costati la bellezza come minimo di quattro punti (basti pensare a De Amicis a Pescara). Il centrocampista abruzzese rientrava in squadra, dopo un lungo periodo; l’ultima sua apparizione risaliva alla notte di Chieti (11/11/02). Sette le sue presenze quest’anno con due partite intere (a Sora causa l’infortunio di Napolioni nel riscaldamento e contro il Pescara). Una stagione sfortunata, complice un infortunio che gli ha vietato anche la panchina ma che domenica scorsa poteva prendere una piega completamente diversa.
Dopo la partenza di Sergi, Di Serafino è l’unico superstite insieme a Pirone e Quondamatteo e a Carfagna della duplice promozione dalla D alla C1.
Pasqualino aveva già disputato due tornei in C1 con la Samb dove approdò dalla vicina Giulianova a 21 anni. Nel 1993-94 giocò insieme a Massimo De Amicis. Poi cominciò un lungo peregrinare tra i “caldi? campionati del sud: Trapani, Atl. Catania, Avellino, Acireale e Andria. Poi la decisone di ritornare alla Samb. In serie D disputò uno strepitoso torneo macchiato solo dalla rottura del menisco. Due le retrocessioni, Giulanova ed Acireale. Con la Samb ha disputato 105 partite: è uno dei giocatori in attività con maggiori presenze in C1 (ben 196), altre 92 in C2 che unite alle 27 in serie D fanno ben 315. Insomma una onorevole carriera a cui è mancata solo la soddisfazione di assaggiare la serie B. Hai visto mai ?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte, 1 oggi)