“I gemellaggi rappresentano un’occasione preziosa per incrementare le opportunità di sviluppo della città sotto molteplici aspetti – afferma l’assessore – è indubbio che, attraverso le relazioni privilegiate create da un rapporto di gemellaggio, ogni cittadino, singolarmente o collettivamente, può ampliare i propri orizzonti, creandosi più ampi ambiti di operatività. Il comitato cittadino di gemellaggio intende garantire ai cittadini, alle associazioni, alle forze produttive, sindacali e politiche un ambito di partecipazione, con funzioni propositive e consultive, in stretta collaborazione con l’assessorato, sulla base degli indirizzi posti dal piano pluriennale di interventi che stiamo predisponendo, ad integrazione del programma di mandato, così come sarà approvato dal Consiglio Comunale. E’ stata già predisposta una bozza di regolamento che sottoporremo all’attenzione della maggioranza e al vaglio della competente commissione consiliare, perché possa arricchirsi e migliorarsi con le idee di tutti. L’iter di istituzione si concluderà con il passaggio in Consiglio Comunale?.
“Per dare nuovi impulsi alle attività connesse ai gemellaggi – avverte però l’assessore – occorreranno risorse che il bilancio comunale non è in grado di fornire e pertanto sarà auspicabile il coinvolgimento di sponsor privati nelle azioni del Comitato. Naturalmente attiveremo le opportune sinergie con la Regione e la Provincia anche per accedere ai finanziamenti della comunità europea. San Benedetto – è la conclusione di Ceneri – ha i requisiti per svolgere una funzione propulsiva in favore dei gemellaggi anche in ambito regionale, recuperando quella rete di rapporti costruita in passato, soprattutto a beneficio delle comunità marchigiane presenti in tutto il mondo?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)