JUNIOR: Pignatelli, Rubino 2, De Santis, Laera 1, Ricchi 5, Cofano 6, Prandic, Ancona M., Sirsi, Messina, Ancona F. 6, Guarini, Fanizza 7, Cassone 1. All.: Trapani.

ALMA PLAST: Traini, Gabrielli, De Luca 2, Ciccanti, Nedovic 12, Veccia 4, Sciamanna, Romandini, Poletti F., Poletti D., Basso 2, Caporossi, Amato. All.: Vizzi.

ARBITRI: Farinaceo e Guttadauro di Napoli.

La rivoluzione voluta dal presidente Fratoni ha dato qualche riscontro, ma si sono ripetuti gli errori visti in campionato e la sconfitta è apparsa inevitabile. Equilibrio iniziale fino al 5/5, poi cinque minuti di follia dei rossoblù permettono ai padroni di casa di piazzare il break decisivo. 5/0 il parziale che pone i pugliesi al sicuro per tutto il match, visto che mai i sambenedettesi riusciranno a rimontare lo svantaggio. Discreto il rientro dell’italo-rumeno Daniel Basso, all’esordio stagionale dopo il suo reintegro nella rosa. Sabato l’Alma Plast riceverà (Palasport “Speca? ore 18.30) la visita dell’Handball Ancona in un derby che si preannuncia molto appassionante.
(Sandro Benigni)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)