PARDINI 6. Chiamato in causa solo con un paio di tiri dalla distanza, non può nulla sul bolide di Cingolani.

OGLIARI 6,5. Spesso dalle sue parti incrocia i tacchi con Martinetti, il più pericoloso della Viterbese, ma oggi non lo si è quasi mai notato.

MANNI 7. Sta attraversando un periodo di forme eccezionale: blocca chiunque si avventuri dalle sue parti e dà una grossa mano anche alla coppia di difensori centrali. Nel secondo tempo alcune sue progressioni sulla fascia sinistra creano problemi al centrocampo dei laziali.

DELVECCHIO 6,5. Oggi ha giocato più in fase di contenimento, limitando gli inserimenti alla fase finale del primo tempo. Per diventare un grande calciatore dovrà essere bravo a non cadere nelle trappole degli avversari, che si accorgono del suo carattere focoso e cercano sempre di innervosirlo.

TACCUCCI 6,5. Non fa mai rimpiangere il compagno assente: spesso se la vede con Santoruvo, che anticipa implacabilmente. Non è un punto fermo dell’undici titolare, ma non ci sentiamo di considerarlo un panchinaro.

PEDOTTI 6,5. Per la prima volta non ha Franchi quale compagno di reparto, ma con l’aiuto di Taccucci la difesa è impeccabile per 73° minuti, fino al gol di Cingolani. Domenica prossima avrà di fronte Motta, uno che…segna sempre: vedremo chi la spunterà.

zACCHEI 7,5. Per la prima volta titolare a causa dell’influenza che ha colpito Teodorani, il piccolo Di Canio rossoblù dimostra ancora una volta di poter essere un calciatore risolutivo. Eccezionale il suo assist per il primo gol di Fanesi: ha colpito il pallone da sotto, in modo che superasse il portiere Mazzi e si “depositasse” sulla testa di Fanesi, ad un metro dalla porta. Sempre pericoloso e lucido con il pallone tra i piedi, costringerà il tecnico rossoblù ad una difficile scelta. Crediamo che uno come lui debba sempre giocare (eventualmente anche sulla fascia sinistra?) perché ha dote tecniche superiori a quelle della media del campionato, anche se ovviamente non ha l’esperienza dei compagni più anziani.

NAPOLIONI 6,5. È uscito al 41° del primo tempo a causa di un problema muscolare che però non dovrebbe essere grave. Peccato, perché stava disputando un incontro di notevole livello agonistico.

FANESI 6,5. Ha il merito di aver sbloccato l’incontro, anche se oggi non ci è parso il giocatore delle ultime giornate. Un appannamento naturale, forse dovuto anche a qualche problema fisico avuto in settimana.

DE AMICIS 7. Riscatta l’erroraccio e le polemiche seguite al derby con il Pescara: dopo sei minuti potrebbe segnare ma sbaglia la conclusione, poi entra in tutti e tre i gol della Samb, grazie a tre cross tesi partiti dal suo sinistro. Grande agonismo.

SONCIN 7. La notizia lieta è che, dopo due calci di rigore sbagliati, oggi ha invece realizzato il tiro dagli undici metri. Segna un altro gol, ne sfiora altri due. Lui vuole restare a San Benedetto, e crediamo che la Florentia possa aspettare.

FILIPPI (dal 41° s.t.) 6,5. Non giocava da molto tempo, eppure anche oggi ha dimostrato di essere un centrocampista di sicuro valore, anche se non è ricorso spesso al suo numero preferito, il lancio lungo.

CAMILLUCCI (dal 20° s.t.) 6. Per il giovane centrocampista oggi si è trattato della prima esperienza in C1. Non ha demeritato.

TURCHI (dal 31° s.t.). Contro la sua ex squadra non ha avuto l’opportunità di rendersi pericoloso anche a causa di alcuni assist sbagliati che potevano essere gestiti meglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 158 volte, 1 oggi)