Fabrizio Capucci (pres. Viterbese): “La forza della Samb è stata notevolissima, certo dispiace prendere dei gol come oggi, ma sono contento della reazione della mia squadra sul 3-0. Il rigore? Bisogna essere sportivi, e a tal proposito non mi è piaciuto qualche tifoso e un coro della vostra curva, che è eccezionale, ma che non ha alcun motivo per dire ‘merda’ ad una città intera: non voglio che i miei tifosi si comportino così. Voglio dire anche una cosa sui procuratori: non permetterò che entrino nei spogliatoi a fare il lavaggio del cervello ai calciatori, se vogliono entrare negli stadi paghino il biglietto. La Samb merita il posto che ha in classifica e da lì può ancora andare avanti: fatico a trovare punti deboli per questa squadra, tra l’altro oggi ho pranzato qui a San Benedetto e sono stato molto bene. Purtroppo noi fuori casa, per diversi motivi, non riusciamo quasi mai a combinare molto, ma mentre in altre occasioni come a Giulianova potevamo recriminare, qui siamo stati inferiori, anche se inizialmente speravo di guadagnare un punticino. Di Somma? Io sono arrivato a novembre e lui era già qui, lo reputo un uomo eccezionale, tanto che la squadra sul 3-0 lottava ancora. L’espulsione di Favo? Insomma…Sono molto felice per Cingolani, l’ho voluto acquistare in settimana e oggi ha anche segnato”.
Sergi: “Io spero di restare qui a San Benedetto. Vedremo poi con la società, ma la mia intenzione è quella di rimanere. Mi vogliono L’Aquila e altre squadre”.
zacchei: “Sono molto contento della mia prestazione, oggi abbiamo dimostrato, io, Filippi, Taccucci e Camillucci, che questa rosa offre ampie garanzie. Se posso giocare anche sulla fascia sinistra? Un giocatore deve sempre rimettersi alle decisioni dell’allenatore, e se così fosse non avrei alcun problema. Credo di essere un giocatore altruista: davanti al portiere, se vedo un compagno libero, gli passo senz’altro la palla. Sul nostro calcio di rigore il mister mi aveva chiesto di tirare, poi ho visto Soncin che era già lì e non me la sono sentita di toglierlela, anche perché ero sicuro che avrebbe segnato. Sono uscito per crampi”.
Filippi: “Abbiamo giocato palla a terra e il 2-0 del primo tempo era meritatissimo, nella ripresa è arrivato il terzo gol e allora la partita è diventata facile, anche se abbiamo avuto un calo. Il mister ci aveva caricato bene prima della partita; personalmente sono contento di esser tornato a giocare anche se mi dispiace che ciò sia accaduto per una defezione di un compagno”.
Taccucci: “Sono felice per la prestazione che ho fatto, il mio compito è di farmi trovare sempre pronto poi sta al mister decidere, siamo venticinque giocatori tutti titolari potenziali. Sul 3-0 non hanno smesso di crederci. Noi dobbiamo continuare a vincere anche perché il Martina continua a vincere e noi dobbiamo restare nel treno delle prime. Oggi siamo stati perfetti nella prima mezz’ora, abbiamo ottenuto una bella vittoria ma ci dobbiamo concentrare per la partita di domenica contro il Teramo, un derby molto sentito”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)