Il mare sembra essere l’elemento vitale di Francesco Colella. Nelle onde e nei moti naturali delle distese marine, il poeta-pittore viene ad incontrare la sua anima, ora in quiete ora agitata. Dall’acqua salata di questo fedele compagno di vita, l’artista trae la linfa di cui nutre la sua ispirazione pittorica e poetica anche quando il mare non c’è fisicamente, perché non rappresentato o non raccontato, nelle tele o nei versi.

Ed è un mare “vivo” quello che emerge dalle sue opere. Vivo di movimenti, ma anche delle vite di quanti vi ruotano intorno, per lavoro o per divertimento, per dolore o per piacere. E’ il mare di questa nostra Riviera delle Palme che ha visto strappare vite di amici e conoscenti, un mare che con le sue onde increspate e i gabbiani a volo radente lo accompagnano nei suoi pensieri, nei suoi ricordi… Assecondandone il rumore… Partecipandone il dolore… Rinfrescandone la speranza…

Al recital di poesie e all’esposizione di quadri dedicati a questo “Amaro amore di mare” di Francesco Colella, fa da giusto corollario il menu che il qualificato chef Peppino (cuoco di bordo per quasi trent’anni) ha preparato per l’occasione al prezzo di 27 euro. Sono previsti Antipasti a base di Zuppa di farro, Vongole all’arancia e Scampi alla Catalana; per primi Gnocchi al sugo d’astice e Ciriole alla “Gualtieri”; come secondi Rombo al forno con pomodorini Pachino e Frittura di mare; il tutto ‘condito’ con vino Falerio “Grotte sul mare” della ditta Carminucci di Grottammare.

Visti i posti limitati (circa 40) è consigliata la prenotazione allo 0735/656704.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 212 volte, 1 oggi)