L’iniziativa è della Provincia di Ascoli Piceno, l’Associazione “Amici dello Iom Onlus”, amministrazione comunale di San Benedetto e Asl 12. Lo I.O.M., Istituto Oncologico marchigiano, è nato ad Ancona sulla base di precedenti esperienze italiane. Dal 1996 è anche ad Ascoli con “Gli Amici dello Iom”, che si propone l’obiettivo di reperire fondi necessari ad attivare l’equipe che opera l’assistenza domiciliare gratuita ai malati di cancro, avvalendosi della collaborazione di una èquipe socio-sanitario regolarmente retribuita, e di volontari. Si occupa anche del recupero psico-fisico delle donne operate di cancro al seno, attraverso il progetto Pentesilea, svolto in collaborazione con il dipartimento riabilitazione Asl 13. Dall’incontro è emersa la disponibilità a rendere funzionante uno sportello anche a San Benedetto, Cupramarittima e Ripatransone. A parlarne, Ludovica Teodori, presidente Amici Iom, Loredana Morrone, responsabile Progetto Pentesilea, l’asses
sore Gabriella Ceneri, che “metterà a disposizione la sua sensibilità di donna e amministratice”. “Una iniziativa importante” ha sottolineato l’assessore provinciale Maria Pia Silla. L’estremo bisogno di volontariato integrato all’azione sanitaria è stato sottolineato dalla dirigenza Asl 12. C’erano Mauro Marabini, commissario straordinario, Leopoldo Acciarri, Unità Operativa Radiologia, Lorenzo Agostini Recupero e Riabilitazione Funzionale, Giorgio De Signoribus direttore oncologia ed Eugenio Morsiani chirurgia generale.
Stefania Mezzina

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 135 volte, 1 oggi)