Il lungo tira e molla che ha tenuto in apprensione la tifoseria della Samb è terminato: per la trasferta di Pescara sarà allestito un treno speciale, con l’avvallo delle forze dell’ordine. Quest’ultime hanno deciso di venire incontro alle richieste della tifoseria, e in questo modo evitare di dover gestire una situazione di altissimo rischio: controllare i mille ultras rossoblù che sarebbero rimasti alla stazione di Pescara fino alle 4.59 del mattino, in attesa del primo treno utile per tornare a San Benedetto.

Si tratta di un gesto distensivo, che sicuramente sarà apprezzato dai tifosi della Samb al seguito della squadra: la soluzione proposta aumenterà probabilmente anche il numero di coloro che decideranno di recarsi a Pescara. Ieri avevamo stimato in 1.500-2.000 i tifosi in trasferta, ma con il treno speciale il numero si avvicinerà molto al doppio migliaio (1.300 circa in treno, il resto con mezzi propri).

A Pescara saranno presenti almeno 400 uomini della Polizia o dei Carabinieri. I tifosi saranno trasportati dalla stazione allo stadio Adriatico da automezzi della società Gtm, che però ha chiesto che l’intero percorso e l’interno degli stessi autobus siano scortati. La zona dello stadio sarà chiusa all’accesso a partire dalle 17.

Nelle prossime ore sono attese maggiori informazioni riguardo orari di partenza e di ritorno.

Riguardo alle formazioni che scenderanno in campo, mentre la Samb schiererà il solito undici, il Pescara dovrà fare a meno del difensore Antonaccio; inoltre Iaconi dovrà valutare se reinserire nella squadra titolare alcuni uomini fondamentali come Palladini e Giampaolo, esclusi nella precedente gara di Pescara.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)