Stamane il Sindaco, unitamente all’assessore ai lavori pubblici Poli e ai tecnici del settore, ha effettuato un sopralluogo per verificare le condizioni dell’edificio: occorrerà un’analisi più approfondita, che sarà effettata nei prossimi giorni, per conoscere le reali condizioni delle travi portanti del tetto. Sembra però che i problemi maggiori derivino dall’imperfetta tenuta delle grondaie, ostruite da detriti e fogliame. Questo fatto sarebbe all’origine delle infiltrazioni d’acqua lungo le pareti della scuola. In ogni caso, si tratta di problemi risolvibili con lavori di risanamento che potranno iniziare quanto prima.
Poco dopo, il Sindaco e gli altri esponenti dell’Amministrazione, accompagnati anche da alcune mamme e da insegnanti, si sono recati nel complesso scolastico di via Ferri, composto da un edificio per la scuola elementare e uno per la scuola media. In quest’ultimo plesso sono state individuate due aule che, senza bisogno di interventi, possono essere da subito destinate ad accogliere i bambini della Bixio in attesa dell’ultimazione dei lavori. “Mi sembra che questa soluzione abbia incontrato il favore delle mamme e delle maestre – dice il Sindaco, al termine dell’intensa giornata – si tratta di locali perfettamente idonei allo scopo, posti al piano terra, dotati di ingresso autonomo e quindi al riparo da ogni possibile commistione con l’attività didattica della scuola media sovrastante. In questo senso ho ricevuto la piena disponibilità a collaborare da parte della preside della media “Manzoni – Sacconi?, prof.ssa Graziella Pallottini, che ringrazio. Auspico – prosegue il primo cittadino – che dall’assemblea che hanno convocato mamme e docenti per il pomeriggio, quest’orientamento venga confermato. Tengo a ribadire – prosegue Martinelli – che comunque procederemo al risanamento della scuola di via Bixio, perché dovrà essere utilizzata anche per il prossimo anno scolastico, visto che la nuova scuola del Paese alto non potrà essere disponibile prima dell’inizio dell’anno 2004/2005?.

COMUNICATO STAMPA N. 8 – Partiti i lavori “anti – risacca? del porto turistico
Sono iniziati i lavori integrativi sulla banchina di riva del porto turistico di S. Benedetto che serviranno a ridurre, e se possibile eliminare, l’effetto della risacca che crea non pochi problemi di sicurezza all’ormeggio delle imbarcazioni. Lo rende noto l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Poli.
Si tratta di ampliare la banchina della darsena turistica nel lato sud est e di collocare dei massi frangiflutto in grado di smorzare l’effetto delle onde provocate dalla corrente che si crea nel bacino portuale proprio in quel punto.
L’intervento sarà effettuato dalla ditta “Adriatica sub? di Ortona per un compenso di 128.609,13 euro. I lavori dovranno terminare, secondo contratto, entro il prossimo 24 aprile.
L’assessore Poli informa inoltre che è in avanzata fase di elaborazione l’iter procedurale per appaltare i lavori di installazione degli impianti tecnologici dello stesso porto turistico. Si tratta in pratica di realizzare gli impianti di acqua ed energia elettrica e le relative canalizzazioni nonché delle colonnine di erogazione di tipo analogo a quelle già operanti lungo il molo nord. Anche in questo caso sono già disponibili i fondi e quindi quanto prima inizieranno i lavori.
Sempre in ambito portuale, Poli ricorda che il recente rifacimento della segnaletica orizzontale sulla banchina Malfizia ha portato ad una razionalizzazione degli spazi che ha permesso di creare ben 42 nuovi posti auto.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 86 volte, 1 oggi)