Come aveva promesso nell’incontro con mamme e maestre svoltosi venerdì scorso, il Sindaco si è subito attivato per individuare un locale alternativo all’originaria proposta dell’Amministrazione, quella di trasferire fino a giugno la scuola nelle ampie aule del plesso di via Ferri utilizzate finora come palestra. Nella stessa serata di venerdì il Sindaco si è messo in contatto con diverse istituzioni pubbliche e private ed era riuscito a reperire uno spazio nel complesso del centro commerciale “Smeraldo? di via Manara, a poche centinaia di metri da via Bixio.
Dal sopralluogo effettuato sabato mattina dallo stesso Sindaco e dai tecnici del settore Lavori pubblici era emerso che i locali potevano essere adattati alla necessità con lavori di qualche migliaio di euro che comunque non avrebbero reso gli spazi conformi alla normativa vigente per gli edifici scolastici.
Nell’incontro di questa mattina il Sindaco, insieme all’assessore alla scuola Gabriella Ceneri, ha illustrato la situazione a genitori e docenti. A loro è stato chiesto un assenso formale a questa soluzione per poter procedere agli interventi di adeguamento. Questo assenso non è arrivato: si è così tornati alla proposta precedente, quella di adattare i locali di via Ferri con piccoli lavori che renderebbero agibile la scuola nel giro di un paio di giorni. La soluzione sembrava aver incontrato il gradimento dei genitori ma, poiché alcuni di essi hanno chiesto un ulteriore approfondimento della problematica, ci sarà domattina un nuovo tavolo di confronto.
Ricordiamo che qualunque soluzione sarà sempre di natura provvisoria, visto che nel 2004 entrerà in funzione la nuova scuola del Paese Alto che accoglierà, tra gli altri, anche i bambini del plesso di via Bixio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)