Lo scorso 15 settembre, davanti ad oltre novemila
spettatori, il Pescara violò il Riviera delle Palme con
mezzo tiro in porta; per contro, i legni salvarono per tre
volte la porta di Santarelli. Voglia di vendetta (sportiva,
s’intende)? Certo, e anche mister Matricciani ha
lasciato intendere che “a Pescara cercheremo di
riprenderci i punti persi all’andata?. Pescara-Samb,
malauguratamente posticipata per esigenze televisive,
non sarà una partita come un’altra, e i giocatori della
Samb se ne stanno rendendo conto dalla grande
attesa della tifoseria. Sarà importante per la classifica,
anche se non fondamentale perché mancano ancora
troppe partite al termine. Sarà importantissima per il
morale delle squadre ma anche dell’ambiente,
soprattutto per quanto riguarda il Pescara: ve la
immaginate quale clima potrà crearsi a Pescara a
seguito di una brutta prestazione contro i rivali storici
sambenedettesi? Ivo Iaconi, perennemente contestato
nonostante il campionato di vertice, saprà di non
potersi permettere errori e caricherà al meglio i suoi
giocatori. Sarà infine intrigante per la voglia di vendetta
sportiva che animerà la squadra rossoblù, che,
speriamo di rivedere concentrata e perfetta come fino
ad oggi avvenuto in ogni scontro diretto. Speriamo che i
duemila tifosi della Samb che giungeranno a Pescara
possano gustare uno splendido spettacolo di calcio e
di tifo, senza patemi e violenze extracalcistiche che di
cui purtroppo non è facile capire l’origine. Per ora da
Pescara hanno concesso mille biglietti di Curva (10
euro), che aumenteranno in caso di ulteriore richiesta.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)