Mancano ancora venti giorni per la fine del calciomercato di gennaio, e in questo intervallo molte cose potranno cambiare. Già in questi primi giorni l’attaccante Simone Cavalli, in prestito dal Chievo al Messina, è finito alla corte del presidente Malavolta del Teramo, nonostante le richieste di Samb e Avellino. In questi giorni tiene banco l’ipotesi Soncin: molte società vorrebbero a sé il piccolo attaccante di Vigevano, in particolare il Rimini che lo vuole affiancare a Di Nicola, spostando Luconi in panchina.

La Samb sta valutando la situazione: è vero che è interessata all’acquisto di una punta, ma bisogna considerare l’insieme degli attaccanti al momento a disposizione: Kanjengele finora si è visto poco ma rappresenta un lusso per la panchina; Sergi è un elemento su cui fare sicuro affidamento; Turchi ha in parte deluso le attese, anche se nello spezzone di gara che ha giocato a Taranto ha mostrato alcuni colpi del suo repertorio (dribbling e assist) e se trovasse la fiducia dell’ambiente e un po’ di fortuna potrebbe esplodere nel girone di ritorno. Soncin e Fanesi sono la coppia titolare: insieme hanno segnato dieci gol, tre in meno del capocannoniere Motta, ma è anche vero che costituiscono, fra i cinque, la coppia che garantisce più affidabilità e maggiore armonia; da quando ci sono loro la Samb ha perso solo una partita, a Sassari.

Ecco perché le voci che parlano della cessione di Soncin vanno prese con le molle: se attaccanti come Turchi e Kanjengele, che partono da una base di dieci gol a stagione, sono in panchina, privarsi del “Cobra” non potrebbe essere compromettente per gli equilibri generali della squadra? A nostro parere, ben vengano rinforzi, anche frutto di scambi: guai però a privarsi di quegli elementi che stanno garantendo, all’interno della formazione, i risultati attuali.

Intanto da Perugia, per arricchire ancor di più il piatto, si vocifera di un ritorno di Criniti, anche se l’ipotesi vine scartata dalla dirigenza locale.

Domani la Samb svolgerà la consueta partitella del giovedì: sarà interessante per sapere chi, fra Sergi e Turchi, prenderà il posto dello squalificato Fanesi.

CONTESTAZIONI. Non dorme sogni tranquilli Ivo Iaconi: nonostante un campionato di vertice, il suo Pescara non è ben visto dall’esigente tifoseria abruzzese. Va peggio per l’Avellino: ieri alcuni tifosi hanno malmenato Pellicori e Diè, a causa della sconfitta di Lanciano, oggi una bomba carta è esplosa sotto la casa del centrocampista Pisciotta. L’avvocato Campana dall’Associazione Calciatori, a seguito di questo atto di violenza, ha annunciato che chiederà uno stop di tutti i campionati di calcio.

Arbitro: dirigerà l’incontro Samb-Sora il sig. Herberg di Messina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 155 volte, 1 oggi)