È stato presentato ieri ad Ascoli il Sistema Turistico Locale “Picenomaremonti”. Il nuovo sistema, il sesto realizzato nelle Marche in base alla legge regionale n. 135 del 2001, dovrà svolgere, ha spiegato l’assessore regionale al turismo Lidio Rocchi, un ruolo importante per il rilancio, a livello locale, del settore turistico”.

La struttura, promossa dai consorzi turistici Parco Piceno e Riviera delle Palme, avrà, in particolare, il compito di valorizzare il territorio tra le valli dei fiumi Tronto e Aso caratterizzato da una spiccata valenza turistica e da un’offerta integrata di beni culturali e ambientali. All’iniziativa aderiscono una sessantina di soci in rappresentanza di 28 Comuni e 35 enti privati. Tra gli obiettivi, lo sviluppo dell’accoglienza, il miglioramento dei servizi ricettivi e il consolidamento dei processi di integrazione fra le imprese turistiche.

Per l’espletamento delle proprie funzioni, il sistema si avvale di un’Assemblea dei delegati, cui competono le funzioni di programmazione, indirizzo e controllo, e di un Comitato tecnico-operativo composto da 23 rappresentanti; il referente, eletto all’unanimità, è Raniero Isopi, presidente della società Parco Piceno.

Il sistema turistico locale sarà finanziato con fondi comunitari, statali e regionali e con quote di partecipazione dei singoli aderenti. In base al protocollo d’intesa sottoscritto con la Regione, la durata dell’accordo sarà triennale. Le sedi operative saranno a San Benedetto e ad Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 589 volte, 1 oggi)