Dopo la Notte Santa del 1223, che registrò a Greccio la sacra rappresentazione del Presepio vivente del poverello di Assisi, Niccolò IV ristrutturava a Roma la basilica di Santa Maria Maggiore commissionando ad Arnolfo di Cambio il primo presepio scultoreo della tradizione: otto statue a tutto tondo riproducenti i Re Magi, la Natività, il bue e l’asinello. Era il 1289, e grazie all’iniziativa di Niccolò IV, primo papa francescano della storia pontificia, nei luoghi del Sacro presero a diffondersí le statue della Natività e del Presepio. Anche a Monsampolo, in una cappella del cinquecentesco convento del SS. Crocìfisso si veneravano “un Presepio di piccoli pupi” e un suggestivo dipinto della nascita del Redentore.
Niccolò IV, come attestano le fonti e la tradizìone ancora viva, era nativo di San Martino di Lisciano di Ascoli, una pittoresca località delle pendici ascolane della Montagna dei Fiori (già Monte Polo) caratterizzata dalla presenza di numerosi “Casali” o “Caciare”, autentiche capanne di pietra a secco dal sapore tipicamente preistorico legate alle antiche attività agricole e pastorali della zona. La nuova opera presepistica di Luigi Girolami, intende costituire un omaggio al pontefice Niccolò IV mediante suggestiva ambientazione nei Casali della sua terra natale.
Il Presepio mette in scena la vita passata nelle contrade dell’area liscianese. Tra le curiosità visibili vi sono minuziosamente riprodotti gli antichi mestieri del piceno è l’ambientazione di una festa popolare tra danzatori di saltarello, corsa dei sacchi, rottura delle pigne e albero della cuccagna
Le “originali” statuine sono dipinte a mano ed ottenute mediante rimodellamenti e modifiche di statuine “tecnica dei trapianti”.

Interverrà il dott. Giancarlo Mastroianni, Presidente della Sezione di Ascoli P. dell’Associazione Italiana Amici del Presepe.

Seguirà:
– “Concertino di Natale” eseguito dai ragazzi dell’Associazione Corale “E.Tassetti” diretti dalla maestra Sofia Marino
– Apertura mostra fotografica di Dany Mascetti “I colori del Natale”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 654 volte, 1 oggi)