Una tessera digitale strettamente personale utilizzabile attraverso Internet, direttamente o attraverso il medico e il farmacista, consentirà ai cittadini l’accesso telematico all’E-health (sanità digitale).
Il progetto per i servizi sanitari a distanza predisposto dal Servizio informatica è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore Ugo Ascoli.
“E’ un passo importante – ha detto Ascoli – per aiutare tutti i cittadini, in particolare quelli disagiati per l’età o la condizione fisica, ma anche le imprese e il mondo in generale del lavoro, a evitare e snellire i tempi di attesa attuali.?
Ogni cittadino potrà usufruire, indipendentemente dalla condizione economica, sociale e dalla cittadinanza, di un ‘magazzino della conoscenza’ con i propri dati memorizzati su fascicoli elettronici, l’accesso alle prenotazioni delle prestazioni e anche l’informazione sull’igiene di vita e sulla prevenzione alle malattie. Potrà inoltre ricevere i referti clinici individuali post prestazione.
E’ una strategia che allinea le Marche all’Europa e fa parte, insieme all’E-government (infrastrutture informatiche della pubblica amministrazione) e all’E-learning (formazione a distanza) dei tre obiettivi fissati dalla UE per l’innovazione del servizio pubblico.
E-health, oltreché essere un intervento di riorganizzazione e adeguamento dei servizi informatici del sistema sanitario regionale, interverrà a ridurre la spesa sanitaria, mantenendo e migliorando il modello dei servizi.
Tutta l’operazione si chiama in sintesi ICT – information, communication technology (tecnologia dell’informazione e comunicazione) – e rappresenta uno dei punti più qualificanti dell’azione intrapresa dalla Regione negli ultimi anni a favore della qualità e della snellezza dell’accesso ai servizi.
Durante questa legislatura sono state avviate numerose iniziative infrastrutturali in tal senso, quali il progetto FDRM per il collegamento informatico tra le amministrazioni locali, l’adeguamento del ‘call centre’ regionale, la rete telematica a banda larga.
Riguardo i servizi on line, invece, sono operanti il progetto SUT (Sportello unico) e il portale regionale.
Altre iniziative sono in programma o in fase di realizzazione come il Piano di azioni innovative 2002-2004 per la realizzazione delle reti regionali o la piattaforma per i servizi comunali on line per cittadini e imprese. (fb)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 473 volte, 1 oggi)