Il corso A.C.L.S., promosso dall’Area Emergente dell’A.N.M.C.O., Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, è a numero chiuso, ed è riservato a venti cardiologi, comunque operanti nel settore emergenza, che in precedenza devono aver superato un corso di rianimazione di base. Si terrà da questa mattina e sino a domani, sabato 14 dicembre, presso la Sala Convegni dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto. Al termine del corso di “Rianimazione Avanzata”, ai partecipanti sarà rilasciato un patentino, attestante l’avvenuta partecipazione. Nel pomeriggio, alle 18,30, “Infarto miocardico acuto, problemi e controversie”, sarà l’oggetto d’incontro dei primari dei reparti di cardiologia di Ascoli Piceno, Fermo, Civitanova, Macerata, Senigallia. “Sono stati fatti numerosi progressi”, afferma il dottor Guglielmo De Curtis, primario di cardiologia dell’ospedale sambenedettese, “e per questo abbiamo deciso di raffrontarci per cercare di risolverli collaborando”.
s.m.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 955 volte, 1 oggi)