I trasporti pubblici nei centri storici con miniautobus ecologici adatti a migliorare la qualità dell’aria e le esigenze di trasporto verranno favoriti dall’uso di automezzi urbani a metano lunghi fra 6 metri e 30 centimetri e 7 metri al posto di quelli più grandi.
La Giunta, su proposta dell’assessore regionale Marco Amagliani ha deciso di autorizzare le aziende di trasporto beneficiarie dei contributi 2001/2002, all’acquisto di tali mezzi, con una parziale correzione alle linee d’indirizzo al piano per sostituire il parco veicoli regionale con una anzianità superiore a 15 anni, varato a giugno di quest’anno.
Da quell’epoca sono stati immessi sul mercato nuovi automezzi ecologici a ridotte dimensioni e le società trasportatrici hanno segnalato l’opportunità di acquisirne alcuni con una logica di tutela ambientale e snellimento del traffico anche con servizi navetta.
Il piano prevede contributi a favore delle aziende di trasporto pari a 9 milioni e 653 mila euro per l’acquisto di 59 autobus a metano e la realizzazione di due impianti di rifornimento.
Di fatto l’autorizzazione della Giunta consente di acquistare due autobus piccoli al posto di uno grande, una iniziativa importante anche in considerazione della tipologia degli utenti: in larga parte famiglie o anziani residenti nei centri storici. (fb)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 199 volte, 1 oggi)