Sabato 14 dicembre verrà inaugurata a Jesi la sede operativa del Catasto Speleologico Marchigiano, istituito dalla Regione Marche con la L.R. 12/2000, norme sulla spelelologia, e gestito dalla Federazione Speleologica Marchigiana. Nel 2001 la Regione, per realizzare il catasto, ha stanziato oltre 85 mila euro (165 milioni di vecchie lire).
‘Al taglio del nastro’ saranno presenti Marco Amagliani, assessore regionale all’Ambiente, e Fabiano Del Cecchi, sindaco di Iesi, la cui amministrazione ha messo a disposizione i locali dove sono state ricavate due postazioni di lavoro e un’aula didattica multimediale. Il Catasto Speleologico raccoglie dati geografici, topografici ma anche studi e pubblicazioni relativi ad oltre 500 cavità naturali delle Marche, raccolti con sistematicità a partire dal secondo dopoguerra e da più generazioni di speleologi. Altre due sezioni sono dedicate alle aree carsiche ed alle gole e forre: le prime come porzioni di territorio sedi di significativi fenomeni carsici e potenziali sedi di acquiferi dalle peculiari caratteristiche; le seconde come ambienti pregiati presenti nei rilievi calcarei della regione. Oltre a costituire un centro di documentazione capace di stimolare ed orientare nuove ricerche esplorative e scientifiche, il catasto fornirà alla Regione dati sull’ambiente importanti ai fini della tutela e della pianificazione territoriale. In particolare, come previsto dal Piano Paesistico Ambientale Regionale, proporrà l’inclusione negli elenchi regionali delle emergenze geologiche e geomorfologiche dei fenomeni carsici particolarmente significativi. Dopo le recenti giornate nazionali della Speleologia di ottobre, durante le quali anche nella nostra regione si sono svolte iniziative di divulgazione e formazione, questo é un altro momento di visibilità per un’attività complessa e dalle molteplici valenze
Nelle quattro province operano una dozzina di gruppi speleologici impegnati in attività esplorative, documentarie, formative, divulgative e didattiche.

Inaugurazione Sede operativa del Catasto delle Aree carsiche, delle Grotte, delle Forre e Gole.

La S.V. è invitata all’inaugurazione della Sede operativa del “Catasto delle Aree carsiche, delle Grotte, delle Forre e Gole?, che si terrà sabato 14 dicembre alle ore 15.00 a Jesi in via Papa Giovanni XXIII, 4.

PROGRAMMA DELL’INAUGURAZIONE DI SABATO 14 DICEMBRE
Ore 15.00 Inizio, saluti del Presidente della FSM, esposizione del programma delle attività del Catasto.
Ore 15.15 Interventi da parte delle Autorità.
Ore 16.15 Breve presentazione di alcune iniziative ed attività svolte da Gruppi Speleologici Marchigiani.
– Proiezione di diapositive in dissolvenza “Gocce di luce nel buio- l’acqua che berremo? a cura del Gruppo Speleologico Senigalliese CAI.
– Attività esplorativa e di ricerca su nuovi rami della Grotta del Fiume-Vento (Frasassi) a cura del Gruppo Speleologico Marchigiano e del Gruppo Speleologico CAI Fabriano

– Attività didattica nelle scuole a cura dei Gruppi Speleologici di Recanati-Macerata, Civitanova Marche, Agugliano.

– “Proiezione di diapositive in tridimensionale? a cura del Gruppo Speleologico di Agugliano.

Ore 17.30 Conclusione e rinfresco

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)