Per il settimo anno consecutivo è ripartita la rassegna culturale “Misus Ridens”, ossia un vero e proprio “Giro d’Italia della risata”. Infatti dopo l’avvio con la comicità toscana del duo Niki Giustini & Graziano Salvadori, mercoledì 11 dicembre al Misus di Porto d’Ascoli approda il romano Stefano Fabrizi (mentre per mercoledì 18, prima della pausa natalizia, è prevista l’esibizione dei milanesi Colavini-Longo).

Lo spettacolo di Stefano Fabrizi nasce dall’esperienza scaturita dal rapporto quotidiano con i costumi, i vizi e le virtù che ogni giorno ci accompagnano; allacciandosi all’attualità, si interroga su tutti quei temi che ci coinvolgono e da cui scaturiscono gli spunti per poter evidenziare le manie e le incongruenze che caratterizzano la nostra quotidianità. Naturalmente il monologo si evolve abbracciando anche temi che coinvolgono il pubblico, come il nuovo linguaggio informatico che ormai ha introdotto nella nostra biologia “cellule d’inglese”, piuttosto che l’ormai epico Giubileo.

Diventato famoso al “Seven Show” con il tormentone “Caro amore” (ovvero uno che tenta di scrivere una lettera alla sua ex: parte bene, ma finisce con gli insulti), il suo obiettivo dichiarato è quello di invitare il pubblico alla riflessione senza disdegnare una sana risata.

Rassegna di cabaret “MISUS RIDENS”
al Misus Club di Porto d’Ascoli
Per informazioni: Tel. 0735.655276
Mercoledi’ 11 dicembre 2002: STEFANO FABRIZI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)