Un significativo esempio di bilancio partecipato seguito con estremo interesse dagli oltre trecento convenuti. L’assemblea pubblica voluta dall’Amministrazione Provinciale a San Benedetto è stato il primo passaggio di un percorso che porterà gli amministratori ad incontrare forze sociali, economiche e abitanti di altre città del Piceno sul bilancio di previsione, un tema di grande importanza. Oltre al numeroso pubblico all’assemblea promossa a San Benedetto, svoltasi ieri sera presso la sala consiliare, erano presenti il Presidente di Confindustria Marche Carlo Lucarelli, il Presidente dell’Assindustria di Ascoli Renzo De Santis, il Presidente della Fondazione Carisap Vincenzo Marini, il Presidente della Cassa di Risparmio di Fermo Alberto Palma, rappresentanti delle forze sindacali, Sindaci, presidi. Ospite anche il Presidente della Provincia di Macerata Sauro Pigliapoco. L’incontro è stato introdotto dal Presidente del Consiglio Ubaldo Maroni che ha ricordato il notevole incremento di competenze delle Province e l’aumento di considerazione che queste ultime hanno acquisito da parte di Sindaci e opinione pubblica. L’Assessore al Bilancio Paola Armellini ha sottolineato il volume complessivo del bilancio, che negli ultimi ha subito un fortissimo incremento passando dai 61 milioni di euro del 1999 ai 108 milioni del 2002. Numeri che si sono tradotti in una vera e propria impennata degli investimenti, quasi 30 milioni di euro nel 2002 contro meno di dieci milioni del ’99. Il bilancio di previsione del 2003 dovrà prevedere investimenti in settori cruciali: formazione professionale, pubblica istruzione, edilizia scolastica, lavori pubblici, attività produttive, trasporti, ambiente, turismo, viabilità.
Grande importanza ha proprio quest’ultimo punto come ha ribadito il Presidente Colonnella, un settore che ha visto negli anni il crescente impegno della Provincia finalizzato ad eliminare atavici disagi e ritardi. Nel criticare fortemente l’accordo Governo – Regione Marche sulle infrastrutture che prevede solo briciole per il Piceno, il Presidente della Provincia ha parlato degli investimenti per la realizzazione della Mezzina, del casello autostradale di Porto Sant’Elpidio e di altre opere viarie.
“L’avvio di un patto per il turismo – ha detto Colonnella, riferendosi nello specifico alla realtà di San Benedetto – dopo i risultati positivi di analoghi strumenti per l’industria e l’agricoltura, significherà un impulso notevole alle politiche di sviluppo per il turismo, un settore primario per questa città e per l’intero comprensorio, ma che attualmente è interessato da trasformazioni di carattere strutturale. In questa direzione va anche l’ostello della Gioventù che la Provincia realizzerà nei pressi dell’Ipsia. Grande attenzione la Provincia dedicherà alle politiche del lavoro, un comparto che versa in grosse difficoltà?. A tal proposito Colonnella ha annunciato la convocazione di un Consiglio Provinciale aperto sul lavoro che si terrà mercoledì 18 dicembre alle ore 18 presso la sala consiliare di Palazzo San Filippo ad Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)