«Segniamo poco», «Ci manca un bomber vero», «Tiriamo poco in porta» e via discorrendo: ce ne sarebbero altre mille da riportare, a sentire i tifosi. Il pareggio casalingo contro il Lanciano-bunker lascia l’amaro in bocca: è il terzo pari casalingo nelle ultime quattro partite al Riviera delle Palme, e bisogna porre rimedio, anche perché nel girone di ritorno la Samb affronterà quasi tutte le pericolanti sul proprio terreno di gioco, per cui di catenacci da scardinare se ne vedranno parecchi.

Ma la Samb anche contro il Lanciano ha giocato una onesta partita, e resta molto vicina al gruppo delle primissime, che viaggiano a ritmi da record per la Serie C. Ma il nostro focus lo puntiamo sui «Fantastici Quattro» della difesa, ovvero Ogliari, Pedotti, Franchi e Manni.

Il quartetto titolare si sta esprimendo su ottimi livelli: Ogliari è un terzino tecnico come pochi, il suo tocco di palla è quasi da mezzala; Manni sta crescendo (se possibile) con il passare delle giornate, adesso si spinge spesso anche in fluidificazione; Franchi è un centrale pulito e poco falloso, dà ordine e sa comandare l’intero reparto; Pedotti conferisce alla difesa la dose di agonismo e cattiveria che non possono mancare in quella zona del campo.

Forse poco apprezzati in rapporto al loro rendimento (gli attaccanti godono da sempre di maggiori considerazioni), stanno costruendo numeri da capogiro. Tutti sanno che la Samb è la miglior difesa assieme all’Avellino (10 gol subiti). Ma sapete da quanto tempo i rossoblù non prendono gol su azione? Da ben 814 minuti. L’ultimo fu di Bertolini, a Crotone (il 13 di ottobre!). Dopo quel gol ci furono due rigori discutibilissimi (Torres e Avellino) e un’autorete su calcio di punizione (a Chieti). Se si eliminassero le famose incertezze d’inizio campionato, avremmo avuto uno score ancor più buono, proporzionale al numero di occasioni pericolose concesse agli avversari in ciascuna partita: a volte nessuna, a volte una, quasi mai due.

Insomma, la Samb ha fondamenta solidissime (non a caso alla guida vi è un ex difensore come Colantuono), e con qualche piccolo accorgimento e un po’ più di precisione può diventare quasi imbattibile. È con le difese che si costruisce continuità di risultati (la Samb ha perso solo una volta nelle ultime tredici partite, 1-0 a Sassari).

I tifosi rossoblù potranno star certi che questa squadra saprà restare nel gruppo di testa fino a primavera, quando si decideranno i giochi per la B. Intanto, domenica prossima sono chiamati alla prima trasferta della stagione senza eccessivi limiti di capienza: allo stadio Fattori de L’Aquila, 102 chilometri di distanza, hanno riservato ben 2.000 biglietti ai tifosi della Samb, che da domani mattina saranno in vendita, al prezzo di dieci euro, presso Nuovi Orizzonti e T-box di via Calatafimi.

COPPA ITALIA. Mercoledì la Samb giocherà a Pistoia la gara di ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia. Kanjengele rimarrà a riposo a causa di un piccolo indolenzimento muscolare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 90 volte, 1 oggi)