Domenica c’è Samb-Lanciano (ore 14:45), incontro molto importante per entrambe le squadre: la Samb vuole restare nel gruppo di testa (tutte le avversarie dirette hanno una giornata agevole, almeno sulla carta), mentre il Lanciano, fermo a quota 18, si trova ad un bivio. Se la squadra di mister Castori uscisse sconfitta dall’incontro di domenica, probabilmente resterebbe esclusa quasi definitivamente dal giro play-off (ambizione di inizio stagione); soltanto non perdendo a San Benedetto i frentani riuscirebbero a rimanere a sette-otto punti dalla quinta posizione, e coltivare così speranze di rimonta (lo scorso anno, nel girone di ritorno, collezionarono nove punti in più rispetto all’andata).

Colantuono probabilmente schiererà lo stesso undici di domenica scorsa, con Pedotti che prenderà il posto di Taccucci. In panchina, accanto a Carfagna, troveranno posto Taccuci, De Amicis, zacchei, Filippi, Sergi e Kanjengele. In casa Lanciano non si vivono certamente ore tranquille: dopo la sconfitta casalinga (0-1) subita ad opera di un Martina ridotto in dieci uomini, il presidente lancianese Angelucci ha chiaramente criticato le scelte (meglio: le sostituzioni), di mister Castori, imputando all’allenatore marchigiano l’incapacità di leggere criticamente l’andamento della gara. Probabilmente il Lanciano verrà al Riviera delle Palme cercando di smentire le accuse del presidente.

Come ogni venerdì, dispensiamo agli appassionati di statistiche e curiosità alcune informazioni:

  • La più lunga serie positiva realizzata è quella del Teramo, che dura dall’inizio del campionato (13 gare in attesa del recupero con il Crotone); segue il Pescara, che non ha perso dalla 1° alla 10° (10 giornate), e l’Avellino, che ha saputo conquistare sette risultati utili consecutivi (dalla 6° alla 12°);
  • L’Avellino è la squadra che è stata capace di conquistare più vittorie consecutive (sei, dalla 6° alla 11° giornata); segue il Crotone (cinque, dalla 2° alla 6°), e poi, con quattro, Pescara (5°-8°) e Teramo (10°13°);
  • Le serie nere di sconfitte consecutive sono durate al massimo tre giornate, e hanno riguardato molte squadre: Chieti, L’Aquila, Sora, Torres e Viterbese;
  • La squadra che non vince da più tempo è L’Aquila, che manca l’appuntamento con i tre punti dalla 7° giornata (L’Aquila-Torres 2-0);
  • Avellino, Pescara, Crotone e Teramo sono le squadre che più spesso sono andate in gol: tutte queste quattro compagini non sono riuscite a segnare soltanto in due delle partite da loro disputate; seguono Samb, Paternò e Sora che non hanno segnato in quattro occasioni;
  • Il Crotone è la squadra che è andata in gol in più partite consecutive: nove, nelle prime giornate del campionato;
  • L’Aquila è invece la squadra che per più volte non è stata capace di segnare neanche una rete: ciò è accaduto in ben otto partite;
  • Il Taranto invece ha dovuto attendere 450 minuti prima di segnare il suo primo gol in campionato (avvenuto alla sesta giornata, Taranto-Sora 4-0);
  • Avellino, L’Aquila, Samb, Taranto, Teramo, Viterbese: queste sono le squadre che hanno segnato, in almeno una occasione, quattro gol nello stesso incontro;
  • L’Avellino è stata l’unica squadra a segnare cinque reti nella stessa partita (Avellino-Paternò 5-0, sesta giornata, 6 ottobre);
  • La Fermana ha un primato: per ben sette volte ha concluso una partita senza prender gol.
  • Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
    (Letto 111 volte, 1 oggi)