È appena nata e già fa discutere. È l’area verde di Via Mentana, il grande ‘progetto’ varato pochi giorni fa dall’Amministrazione comunale. Un’isola felice a due passi dal centro, destinata a restituire linfa vitale al Quartiere Marina, per troppo tempo abbandonato ad un ingrato destino. È indubbio che il parco che sorgerà in Via Mentana avrà un impatto positivo sulla vivibilità di una zona che da tempo reclama maggiore attenzione da parte dei nostri governanti. A confortare i residenti del Quartiere Marina anche le parole dell’assessore ai lavori pubblici Poli che nel corso dell’ultimo Consiglio comunale ha annunciato che gli interventi dell’Amministrazione non saranno circoscritti solo alla realizzazione dell’area verde, ma riguarderanno anche il rifacimento di fognature, strade e marciapiedi.

Eppure, esistono dei ragionevoli dubbi sulla fattibilità di un progetto così ambizioso: Via Mentana è da sempre un’importante via di collegamento nord-centro della città, che nei giorni di mercato (martedì e venerdì) diventa una fondamentale alternativa per evitare i disagi del traffico ‘concentrato’ lungo Via Calatafimi. Immaginabili le conseguenze sulla viabilità in centro, che nelle ore di punta rischierebbe seriamente di ‘esplodere’. Inoltre, la realizzazione dell’area verde comporterà non solo gravi disagi alla viabilità, ma anche la drastica riduzione dei parcheggi in Via Mentana, ad oggi una vera e propria ancora di salvezza per i temerari avventori di parcheggi nella zona (provare per credere).

Come rimediare, allora? Sarebbe opportuno che l’Amministrazione inserisse l’area verde in un contesto di ampia riqualificazione del Quartiere Marina. In tal senso, sarebbe auspicabile studiare una nuova collocazione per il mercato bisettimanale ed ortofrutticolo (progetto da tempo annunciato ma mai realizzato), in modo da ‘liberare’ definitivamente la zona dall’assillo del traffico. Solo così potrà dirsi compiuto il progetto di ‘recupero’ del Quartiere Marina. Utopia? Al momento crediamo proprio di sì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 118 volte, 1 oggi)