Eccellenza MARCHE- 12a giornata:
GROTTAMMARE: Mori, Palantrani, Binari, Traini, Del Moro, Erbuto, Corvo (70’ Bollettini), Marcucci, Cau, Rossi, Ciarrocchi (60’ Carboni). All. Beni
URBANIA: Dini, Boinega, Rubolini, Bagli, Sideri Fiorini, Baffioni (77’ Cellini), Magi, Monaldi, Tarquini, Di Alessandro. All. Capogna.
Arb. Ugolini di Ancona
Gol: 12? Binari, 75’ Bollettini
******
E’ stato un successo pienamente meritato contro un Urbania che nulla ha potuto contro una squadra decisamente di livello superiore; già al 12’ in segiuto ad un’azione di Corvo sulla destra, il suo cross veniva prontamente sfruttato da Binari che trovava la via del gol.
Il Grottammare gestiva bene il suo vantaggio ed andava più volte vicino al raddoppio, scarsi e tutti ben contenuti gli attacchi dei locali che non sono riusciti mai ad impensierire serriamente Mori. Al 75’ era l’altro giovane entrato da pochisismo, Bollettini, a siglare la seconda rete con un bel diagonale dopo aver ricevuto un bell’assit di Carboni. Praticamente il Grottammare chiudeva qui la sua gara non forzando più e contenendo soltanto fino al termine. A fine gara mister BENI molto soddisfatto ci ha detto: “Così come abbiamo recuperato sei punti in due giornate, voglio ricordare che si possono anche riperdere; l’importante è non farsi prendere da facili entusiasmi e da esaltazione. Siamo in una posizione che si confà alla nostra forza e alle nostre caratteristiche di squadra, comunque dobbiamo restare con i piedi piantati per terra e con la testa sulle spalle. Indubbiamenbte i miei ragazzi stanno tirando la carretta con molta serietà e determinazione. Quello che dobbialo continuare a fare è proseguire con sani e precisi intendimenti che abbiamo avuto fino ad ora; il nostro principale fulcro è quello della grande forza e della capacità dimostrata finora dai nostri giovani, soprattutto Traini, Binari e Bollettini che sono del nostro vivaio, oltre agli altri presi dalla società unitamente a uomini di maggiore esperienza e caratura formano un complesso assia armonioso e coeso, dal quale scaturiscono le ottime prestazioni che stiamo dando; dobbiamo rimaenre qeulli che siamo, insistere sullla strada intrapresa che può portarci molto lontano se resteremo umili, seri e motivati.?

A CURA DI
GIUSEPPE VERDECCHIA

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 170 volte, 1 oggi)