La Confraternita di Misericordia di Grottammare si è costituita con atto notarile il 13 luglio 2001, la sua struttura annovera circa 60 iscritti e oltre 40 volontari operativi, grazie ai quali è stato possibile raggiungere il traguardo dei 1200 interventi a partire dall’inizio dell’anno. Ed è proprio per mantenere fede a questi presupposti e con l’intento di raccogliere fondi per l’acquisto di una nuova Ambulanza Avanzata per Grottammare, che la Confraternita ha organizzato in collaborazione con il grafico Michele Rossi una cena di beneficenza dedicata a Totò.

La serata si svolgerà venerdì 6 dicembre alle ore 20,30 presso il Residence “Le Terrazze” di Grottammare, con la gradita partecipazione della signora Liliana De Curtis, figlia dell’indimenticabile principe della risata che tutti ricordano con il nome di Totò.

Per l’occasione verrà presentato il libro di ricette della famiglia De Curtis dall’emblematico titolo “Fegato qua, fegato là, fegato fritto e baccalà” scritto da Liliana De Curtis e Matilde Amorosi per la Rizzoli editore. Ed è proprio da questo libro che verrà tratto il menu della cena di beneficenza, con l’intento di omaggiare Totò proponendo alcuni piatti tipici legati a sua madre e sua nonna come, ad esempio “pasta e fagioli napoletana” e “pasta ricca alla nonna Nannina”, ed altre ricette che abbiamo ritrovato anche in alcuni suoi celebri film.

L’iniziativa è rivolta a tutti i cittadini, che potranno aderire acquistando il biglietto in prevendita il cui costo è di 25 euro: l’incasso generale sarà devoluto in beneficenza per contribuire all’acquisto di un’ambulanza del valore di 180 milioni. La prevendita sarà effettuata presso la Tabaccheria Rocchi, il Residence “Le Terrazze” di Grottammare, Nuovi Orizzonti, il bar Four Roses di San Benedetto del Tronto.

Alla serata interverranno anche alcuni personaggi noti in forma amichevole e privata; Sandro Avigliano reciterà “La livella”, una delle più belle poesie di Totò; l’artista Francesco Colella donerà alla signora De Curtis una sua bellissima opera dedicata al principe della risata. A tal proposito Michele Rossi ha sottolineato il grande affetto che le Marche nutrono per Totò, considerando che Grottammare è stata una delle prime città a dedicargli una via, Ancona ha ospitato il convegno “Totò nell’immaginario collettivo” e il Festival di “Acquaviva nei Fumetti” ha imperniato un’edizione sulla sua figura.

La cena di beneficenza non sarà un caso unico che lega la comicità al cibo, infatti Rossi ci ha confermato l’intenzione di proseguire l’iniziativa negli anni futuri coinvolgendo altri personaggi noti al pubblico e appassionati di cucina.

L’idea piace ed è sicuramente originale. Non a caso la signora De Curtis ha talmente gradito lo scopo benefico della serata che, per presenziare alla cena di venerdì, ha addirittura chiesto di spostare di un giorno l’inaugurazione di una mostra che Taranto ha dedicato a suo padre. Un segno di considerazione e stima che ci rende ancora più prezioso il ricordo di Totò, personaggio amatissimo da ogni generazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)