Primo tempo di chiara marca sambenedettese con i padroni di casa che prima prendono le misure e nella seconda metà della frazione si scatenato andando a segno ben quattro volte (due Merlini, una ciascuno Camela e Brunetti). In apertura di ripresa Merlini porta il risultato sul 5/0 e il match sembra chiuso. I rossoblù commettono l’errore si rilassarsi e lasciano spazio ai pescaresi che lentamente abbozzano la rimonta, fino a giungere sul 4/5 a tre minuti dalla fine. Il finale è incandescente con l’arbitro Cicconi che allontana dal terreno di gioco l’allenatore degli abruzzesi Manzi, reo di aver protestato con eccessiva vivacità. Il risultato però non cambia e la Roland Europe festeggia i tre punti ai quali probabilmente se ne aggiungeranno altri tre visto che il giudice sportivo dovrebbe decidere in settimana sulla partita non disputata a Castellana Grotte per il mancato arrivo dell’arbitro. Un vizio di forma nella richiesta dei pugliesi potrebbe dare ai sambenedettesi la vittoria a tavolino. Sabato (Palasport ore 16.30) la Roland Europe recupera la gara casalinga contro il Brindisi, non disputata per dare modo ai rossoblù di partecipare al torneo internazionale di Salisburgo, nel quale sono giunti al terzo posto.
(s.b.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 154 volte, 1 oggi)