A tal proposito si è così espresso Lorenzetti: “La sicurezza nei luoghi di lavoro non è un costo per l’impresa, ma un valore, un investimento produttivo. E non solo per l’azienda, ma per l’intera comunità in cui essa opera. Gli imprenditori più aperti e moderni questo concetto lo hanno già fatto proprio da tempo. Noi vogliamo che la sicurezza nel lavoro diventi un valore connaturato allo sviluppo imprenditoriale”.

Sono stati chiamati a dare il loro contributo esperti che esamineranno il problema sotto vari punti di vista:
– Vincenzo Zaffarano, coordinatore degli addetti alla sicurezza marchigiani, traccerà un quadro aggiornato della legislazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro.
– Tiziano Zuccaro, coordinatore della medesima associazione, farà un quadro aggiornato degli adempimenti in materia di prevenzione.
– Fabrizio Martelli, dell’ARPAM di Ascoli, delineerà invece il quadro degli adempimenti in materia di sicurezza degli impianti.
– Claudio Balducci, dell’EBAM (Ente Bilaterale Artigianato Marche) parlerà di questo organismo e della partecipazione dei lavoratori alla gestione della sicurezza.
– Floriano Cameli si soffermerà ad analizzare le resistenze che si incontrano nelle aziende all’attuazione della normativa.
– Paolo Trincia, responsabile del Servizio di prevenzione della ASL 12, tratterà infine il tema della vigilanza in materia di sicurezza alla luce delle nuove norme.

L’incontro è aperto alla partecipazione di tutti coloro, in special modo imprenditori ma anche lavoratori, che hanno a cuore questo delicato tema.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)