Secondo giorno di sciopero per i circa 800 ragazzi dell’Alberghiero che si sono ritrovati stamane davanti alla sede principale dell’Istituto di Piazza Sciocchetti a San Benedetto. Ancora una volta, l’inadeguatezza della struttura di via San Giacomo e la soprelevazione dell’edificio Gabrielli, sono stati i motivi che hanno indotto gli alunni a disertare le lezioni. Tutti uniti da un unico volere, hanno organizzato una piccola manifestazione per le vie del corso. Con megafoni, striscioni e cartelloni hanno voluto mostrare il loro disappunto verso un disagio scolastico sempre più consistente. A tal punto che alcuni studenti hanno indossato una maglietta con su scritto “abbiamo paura ad entrare a san Giacomo?.

L’incontro che ieri avevano richiesto con Pietro Colonnella non c’è stato. Altro motivo per cui farsi sentire, sono stanchi di essere presi in giro. In aiuto a questi ragazzi è sceso in campo il vice – preside Emidio Galiè, il quale ha fissato un appuntamento per domani alle 11.30 presso la succursale di via San Giacomo con Pietro Colonnella e forse con l’ingegnere responsabile dei prossimi lavori. Si, perché hanno assicurato l’inizio della ristrutturazione entro 15 giorni. Intanto domani si tornerà sui banchi di scuola in attesa del colloquio rassicurativo con le autorità. Non bastano più le parole, gli studenti vogliono fatti e che siano fatti concreti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)