II Club, dedito esclusivamente all’ascolto – definizione importante per capire il rapporto tra pubblico ed artista – non è un locale pubblico con mescita di birra o liquori, ma una sala d’ascolto, molto “intimista” dove l’artista riesce a comunicare sensazioni uniche in una atmosfera particolare, a stretto contatto con il pubblico, potendo raccontare le proprie storie, aneddoti e informazioni anche “tecniche” sulla sua vita artistica e sulle sue performances.

II Bitches Brew può già vantare una immagine e un marchio riconoscibili in ambito locale tra tutta la cittadinanza e in ambiti più vasti tra i musicisti dilettanti e di professione, tra gli addetti ai lavori (agenzie musicali, art director, ect.). II suo pubblico – una media di 300 persone a concerto – viene da un bacino pluriregionale ed è composto per I’80% da musicisti, per la maggior parte giovani, provenienti dalle scuole di musica operanti sul territorio e da ex musicisti.

I Grandi Artisti del Jazz mondiale che si esibiscono sul palco del BBJC sono introdotti – nel rispetto della tradizione del jazz, del blues e del rock internazionale – da giovani gruppi di supporto che si esibiscono gratuitamente al solo scopo di promuovere la loro musica ad un pubblico attento e competente. A tal proposito segnaliamo che, in alcune occasioni, l’artista principale ha ospitato i giovani nel suo concerto realizzando interessanti “jam sessions”.

Per quanto riguarda l’ “informazione”, la comunicazione viene affidata ad un data-base di circa 2.500, risultato della raccolta d’informazioni lasciate dagli avventori del locale, tramite il quale si distribuiscono tre “micromagazine”, che presentano i tre programmi annuali del BBJC, tutti svolti nel periodo invernale. II sito internet è www.bitchesbrew.org, linkato da tutti i principali siti che si occupano di musica jazz.

L’ Associazione culturale si adopera anche per realizzare altre attività in alternativa ai concerti: vengono elaborati progetti quali corsi di preparazione alla musica orchestrale al fine di costituire una Bitches Brew Jazz Big Band; si propongono Serate di Musica da realizzare presso la sala del Club con l’apporto dei soci “musicisti” che creano musica al momento e con formazioni libere, concretizzando così uno spazio per poter esprimere la propria creatività musicale; si realizzano “seminari” di storia del jazz tenuti da esperti per avvicinare chi ascolta altri generi musicali a questa specifica tipologia. Agli incontri partecipa sempre molto pubblico. Ricordiamo, inoltre, che il “Bitches Brew Jazz Club” è considerato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto un punto di riferimento e di consulenza per l’attività musicale della città.

CONSIGLIO DIRETTIVO DEL BITCHES BREW JAZZ CLUB
Presidente: Alessandro Balducci
Vice Presidente: Luigi Pignotti
Addetto foto: Bruno Spurio
Addetto stampa: Sergio Trevisani
Addetto Pubblicità: Umberto Capriotti
Segretario: Angela Marzi
Giuseppe Spalazzi
Sandra Brolli
Gianfranco Amabili
Gianfranco Roselli
Pietro Zecca

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 187 volte, 1 oggi)