Il centrodestra ritrova l’agognata armonia superando il primo ostacolo per la redazione del nuovo piano regolatore. È stato infatti approvato nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale l’Atto d’indirizzo per il Prg. Una prova di forza che mette (per il momento) a tacere tutti i malumori e gli ‘spifferi’ della maggioranza che troppe volte hanno intralciato il cammino politico-amministrazione della Giunta Martinelli.

Certo, la strada per ritrovare la piena unità d’intenti è ancora impervia, tuttavia il dibattito di lunedì scorso in Consiglio comunale ha restituito un’inattesa immagine di compatezza della Cdl, ancor più significativa se si pensa all’importanza della posta in gioco. Il nuovo Piano Regolatore si annuncia, infatti, come un punto di svolta per il futuro volto della città.

L’atto d’indirizzo presentato dall’assessore Sestri lascia intravedere una parziale rivoluzione dell’assetto urbanistico della città: l’obiettivo annunciato è contenere nuove edificazioni, salvaguardando l’equilibrio ambientale (ma nel caso della Sentina questo connubio sarà difficilmente realizzabile) esistente. Tradotto: la logica della riqualificazione avrà la meglio su quella della cementificazione. Aspettiamo il piano di struttura dell’ing. Bellagamba (pronto per metà dicembre) per cominciare a testare la ‘bontà’ di questi propositi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)