Il Consiglio Provinciale ha approvato le linee generali per la programmazione degli interventi cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo Obiettivo 3, anno 2002, atto che libera sul territorio più di 10 milioni e mezzo di euro. Oltre al finanziamento del Fse si aggiungono, infatti, i contributi ministeriali per l’apprendistato, l’obbligo formativo, i finanzimenti ministeriali per l’inserimento dei disabili e quelli regionali destinati al funzionamento dei Centri Provinciali per l’Impiego e dei Centri Locali per la Formazione.
Nel corso della seduta svoltasi ieri sera (ndr. Martedì 29 ottobre) si è proceduto anche all’approvazione del Piano Regolatore Generale di Montefiore dell’Aso, in adeguamento al Piano paesistico Ambientale Regionale. Il Comune ha recepito in toto le prescrizioni formulate dalla Provincia e si potuto così procedere rapidamente all’approvazione del piano. Approvata, inoltre una variante generale al Prg di Porto Sant’Elpidio.
Oltre alla risposta alle interrogazioni dei consiglieri Santori e Valentini il consesso ha proceduto all’adesione, attraverso la firma di un’apposita cartolina da parte di tutti i consiglieri, alla campagna nazionale promosso dall’Associazione Città del Vino per il ritiro della direttiva della Comunità Europea che autorizza la commercializazione dei vitigni geneticamente modificati. I Consiglieri hanno voluto così fornire un contributo alla salvaguardia del patrimonio vinicolo italiano, una produzione che nel Piceno assume una valenza fondamentale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 196 volte, 1 oggi)