I genitori dei bambini della scuola elementare Moretti sono in rivolta per la riduzione del servizio mensa. Venerdì mattina sono stati esposti i nominativi dei bambini che potranno usufruire di tale servizio messo a disposizione dalla scuola nei giorni in cui c’è il rientro pomeridiano. Molti genitori hanno visto inseriti i propri figli per una volta sola a settimana o addirittura cancellati da tale elenco.

All’inizio dell’anno scolastico, infatti, ogni famiglia che vuole e soprattutto ha necessità di usufruire del servizio compila un modulo dove oltre agli estremi del bambino vengono indicate le motivazioni di tale richiesta. Ma gli stessi studenti che lo scorso anno avevano, almeno una volta a settimana, usufruito della mensa si sono visti depennati dall’elenco. Il rientro pomeridiano avviene due volte alla settimana, nei giorni del martedì e del giovedì, per molte famiglie dover andare a riprendere i bambini e poi riportarli nel giro di un paio d’ore diventa problematico, soprattutto se entrambi i genitori lavorano.

Molti pongono l’accento sul fatto che sia proprio una scuola storica e con una tradizione decennale come la Moretti a peccare in un servizio indispensabile come la mensa. Ma ciò che fa molto discutere e che attende delle risposte è sapere quale criterio sia stato adottato nell’assegnazione dei posti mensa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)