Nella partitella del giovedì contro la Beretti Samb Colantuono ha confermato la stessa squadra che ha vinto nelle ultime due gare di campionato; l’esito finale dell’incontro (in gol le punte Fanesi e Soncin) e l’approccio mentale all’amichevole hanno soddisfatto il tecnico rossoblù. La Samb partirà alla volta di Sassari domani, attorno alle 12:30.

Quella di domenica è una giornata importante per le squadre di testa. La capolista Pescara giocherà a Chieti, in un derby aperto a qualsiasi risultato. L’Avellino proverà a vincere sul campo del Sora, una squadra che in casa ha costruito i suoi migliori risultati. Il Crotone, dopo tre sconfitte consecutive, ospita il Taranto, una squadra quest’ultima giunta già all’ultima spiaggia e che, se vuole sperare di rimontare in classifica, non può permettersi di perdere. Il match clou della giornata è però Martina-Teramo, una sfida tra due matricole lanciate in zona play-off.

La Samb vista finora può far suo il risultato contro la Torres dell’ex De Filippis, a patto che i rossoblù mantengano intatte la concentrazione e l’aggressività mostrate nelle prime giornate di campionato. La Torres, ultima in classifica e con alcune defezioni tra i titolari, probabilmente imposterà la gara sull’agonismo, e se la Samb prevarrà su questo aspetto potrà far valere le sue migliori doti tecniche e tattiche.

Sul fronte societario, sembra oramai certo che si stia formando una cordata di imprenditori locali disposti a subentrare a Gaucci, quando la famiglia romana intenderà passare la mano. Si dovrà poi verificare se questo gruppo di imprenditori sarà capace di vincere la concorrenza di altre cordate, magari abruzzesi o del nord’Italia, anch’esse interessate alla Samb. Sarà anche compito del Sindaco Martinelli vigilare affinché chiunque si avvicini alla Samb mostri una credibilità finanziaria e morale che non dia adito a dubbi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)