Dopo due pareggi casalinghi (prima con la Cuprense poi con la Due Emme), la squadra di mister Alesiani riesce ad ipotecare la prima vittoria sul proprio campo imponendosi per due reti a uno. Visto la vivacità dell’incontro si poteva ipotizzare un risultato più ampio. I locali hanno dimostrato di avere grande carattere ma soprattutto di saper soffrire per poi colpire l’avversario nel momento più inatteso. I primi 20 minuti sono stati, per così dire, imbarazzanti per i bianco-celesti, la Folignanese sembrava un muro invalicabile. Chiudeva bene gli spazi sulla fasce e ripartiva velocemente con un De Carolis in grande spolvero. La svolta decisiva per De Angelis e compagni è stata l’assegnazione di un rigore a loro svantaggio. L’essere sotto di un gol e l’essere consapevoli di non essere inferiori a nessuno hanno messo in moto un meccanismo psicologico non indifferente. Riordinate le idee, hanno saputo sfruttare con diligente impegno le corsie laterali crossando palloni sia per gli attaccanti sia per i centrali, loro compagni di reparto.

Le pesanti assenze di Viscioni (infortunato), Trionfi (influenzato) e Marconi G. ( indisponibile), hanno costretto il tecnico Alesiani ad una formazione forzata. Unica novità, la presenza sin dal primo minuto di Troli che andrà poi ad affiancare Nespeca, oramai collaudato seconda punta nel solido 3-4-1-2. Ci vuole una bella doccia fredda per i locali prima che arrivino a fare sul serio. E’ De Carolis a seminare il panico in area bianco-celeste prima con un tiro dalla distanza poi con un colpo di testa che centra la traversa. Tuttavia i padroni di casa non riuscivano a trovare i giusti spazi per andare al tiro complice una attenta retroguardia avversaria. Al 29’ Grannò strattona De Carolis e l’arbitro decreta il penalty. Realizza Di Michele e da qui parte l’arrembaggio del Porto d’Ascoli. Stanchi di subire la rete dello svantaggio, decidono di tirar fuori le armi. Nel giro di 10 minuti collezionano ben 5 palle gol, uno dietro l’altra lasciando tramortiti gli ospiti. La più emozionante è quella che ha scaturito il pareggio: Filipponi impegna di testa Vagnoni costretto a spedire in corner. Nespeca dalla bandierina mette una palla, che in mischia, arriva sui piedi di Filipponi insaccando in rete.

La ripresa vede ancora i locali in avanti non sazi del risultato parziale. Proprio due minuti dopo il fischio d’inizio, è Troli a mettere a segno il secondo gol con una bella zuccata di testa. Quest’ultimo mette in moto una emozionante azione in contropiede: fuga dell’attaccante che allarga per Marconi S., ricevuto palla aspetta che dalla parte opposta arrivi Pizi, quando lo vede gli crossa e il difensore al momento del tiro trova l’opposizione del portiere. Marconi S ha l’occasione di triplicare con una incursione personale bloccata dall’uscita di Vagnoni. Solo al 90’ la Folignanese ha una ghiotta opportunità per pareggiare centrando la seconda traversa dell’incontro. Ottima prestazione del Porto d’Ascoli, sta migliorando fisicamente e mentalmente. Stanno crescendo pian piano i giocatori e vedere un Marconi S così è incoraggiante. La prossima gara è ad Offida contro i locali, in casa non hanno preso gol segnandone tre. È reduce da due incontri a reti bianche, vorrà sicuramente rifarsi. Se i ragazzi di Alesiani sapranno mantenere queste spirito così combattivo e giocare su questi livelli, gli offidani avranno un bel da fare.
(ilelavip@tiscalinet.it)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)