La Tecno Riviera delle Palme piano piano si rifà sotto verso le zone alte della classifica: i sambenedettesi soffrono ma alla fine la spuntano per 4 – 3 nei confronti di un ostico Real Ancona. I dorici si dimostrano essere squadra quadrata, con buone trame di gioco ed alcune individualità interessanti, ed all’inizio i rivieraschi patiscono e subiscono il doppio svantaggio. Gli uomini di Grossi cercano una reazione ma trovano grosse difficoltà. Solo Aureli riesce a rendersi pericoloso ed infatti, allo scadere della prima frazione di gioco accorcia le distanze con una grande azione personale. Nella ripresa, la Tecno cerca subito d’impattare, ma lo fa con troppa foga, ed alla fine subisce la terza rete che sembra tagliare le gambe ai padroni di casa. Ma così non è: uno straripante Aureli si scatena ed a circa otto minuti dal termine si beve tutta la difesa ospite ed accorcia di nuovo le distanze. Sempre Aureli, poco dopo, si libera del proprio marcatore e realizza con un preciso tiro la rete del pareggio. Grande euforia tra il numeroso pubblico che oramai aveva abbandonato le speranze. Tuttavia, non doma, la Tecno cerca nei minuti finali la vittoria: punizione al limite, Aureli batte, la barriera respinge, si crea una piccola mischia…la palla arriva tra i piedi di Di Battista che al volo trafigge l’estremo difensore dorico. Poco dopo arriva il triplice fischio finale che regala i sospirati tre punti.
Ora, dopo l’impegno infrasettimanale di Coppa Italia, la Tecno è attesa venerdì alla cosiddetta “prova del nove? in casa del Pagliare, formazione che ambisce al salto di categoria: spettacolo assicurato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)