URBINO: Cofano, Nordini, Santini, Cecchi, Brigliadori,
dal 65’ Del Bianco, Morelli, dal 67’ Guidi, Mancini,
dall’81 Pacarsoni, Sabbatini, Pazzaglia, Ceredi,
Chiarabini. A disposizione Tolucci, Panico, Sideri e
Amaranti.

All. Spimi

ARBITRO Mecozzi di Fermo.

RETI: 61’ Corvo, 72’ Cau.

NOTE/ Angoli 10 a 2 per il Grottammare. Espulso al
68’ per somma di ammonizioni Ceredi. Spettatori 400
circa.

Un gran Grottammare a trazione anteriore supera
brillantemente e con pieno merito la capolista Urbino,
scesa al Comunale rivierasco con chiari intenti di non
soccombere. Ma gli uomini di Beni sono stati
veramente grandi nel disputare un incontro
impeccabile sotto ogni aspetto. Azioni ben manovrate
ed orchestrate che in più occasioni hanno messo in
difficoltà i feltreschi.

A nulla è valsa la difesa dell’Urbino, che fino ad oggi
era la meno perforata del girone, avendo subito
soltanto un gol.

Ci ha pensato il Grottammare a conquistare con il
minimo punteggio, perlomeno per quanto dimostrato,
un successo che lo porta in parità di classifica con la
squadra di Urbino.

Gli uomini di Beni già andavano vicini al gol all’8’,
quando Cau con un gran tiro chiamava Cofano ad una
parata veramente miracolosa sotto l’incrocio dei pali.

Al 15’ gli ospiti si affacciavano in avanti con Ceredi e,
sul cross di quest’ultimo, Mancini colpiva di testa e con
Mori che parava con sicurezza a terra. Al 22’ Corvo in
contropiede colpiva male la sfera e sciupava
mandando alto sulla traversa. Al 36’ bella azione dei
locali con Del Moro, che dalla fascia destra rimetteva in
area, Costantivi colpiva, mandando fuori di poco. Al 41’
una semirovesciata di Del Moro trovava il portiere
ospite fortunatamente sulla traiettoria. Al 45’ Costantini
metteva in area un pallone che Traini tirava in porta e
Cofano si esibiva in un altro bell’intervento. Al 52’ era
Mori che, su tiro cross di Mancini, metteva in angolo. Al
61’ la rete del vantaggio grottammarese. Bell’azione
sulla destra di Costantini che, con palla filtrata al
centro, respingeva la difesa urbinate come poteva.

La sfera veniva poi recuperata in area da Corvo, che
batteva con un gran destro in porta. Imparabile per
Cofano.

Al 68’ Ceredi veniva espulso per doppia ammonizione.
Gli ospiti cercavano di reagire, ma il colpo ormai il
Grottammare lo aveva piazzato e ci pensava Cavo al 72’
a chiudere la gara. Gli sviluppi del secondo gol erano
in seguito ad una bella azione di Bollettini sulla destra,
con palla per Cau, che appena entrato nell’area
lasciava partire un gran diagonale che si insaccava
all’incrocio dei pali sulla destra di Cofano.

Praticamente la gara si chiudeva qui, anche se il
Grottammae aveva ancora parecchie occasioni da rete,
mancate davvero di poco con Cau e Bollettini.

Con questo successo il Grottammare si rilancia
decisamente nella lotta per il successo finale e, anche
se siamo agli inizi, già la compagine grottammarese
ha affrontato squadre del calibro di Urbisaglia, Iesina
ed oggi Urbino, in partite dicisive per vincere questo
torneo.

Beni ci ha dichiarato telegraficamente a fine gara:

“Speriamo che questo sia veramente l’inizio del nostro
Grottammare, che esce un po’ dagli acciacchi vari e da
tanti infortuni che hanno pesato non poco in questo
periodo?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 155 volte, 1 oggi)